CGIL Modena

APPALTO ISI IN GOLDONI CARPI: OGGI SCIOPERO DEI LAVORATORI PER IL MANCATO PAGAMENTO DI NOVEMBRE E PER L’ASSUNZIONE IN CASO DI INTERNALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI MAGAZZINO

Sede Goldoni - Carpi

Oggi giornata di sciopero per i 16 dipendenti dell’Azienda Isi Srl in appalto presso l’azienda metalmeccanica Goldoni Arbos Spa di Migliarina di Carpi.
Il mancato pagamento degli stipendi del mese di novembre unitamente al mancato rinnovo del contratto di appalto che scade a fine anno, hanno portato il sindacato Filcams Cgil unitamente alla Rsa alla decisione di proclamare sciopero per la giornata di oggi per l’intero turno di lavoro.
La vertenza coinvolge 16 dipendenti dell’azienda Isi Srl che svolge in appalto attività di gestione del magazzino che l’azienda committente sembra invece abbia deciso di internalizzare. Alla luce di questa notizia la Filcams Cgil procederà a richiedere la conseguente internalizzazione di tutti i 16 lavoratori e l’ assunzione degli stessi presso l’Azienda committente Goldoni S.p.a., in linea con quanto previsto dalle normative vigenti e ribadito dal Contratto integrativo aziendale di Goldoni sottoscritto in data 27/03/2018.

Ci risulta invece che l’azienda committente già da qualche giorno si sia attivata per affiancare lavoratori dipendenti diretti di Goldoni ai lavoratori in appalto, operazione normativamente scorretta, attivata in completa autonomia senza aprire nessun tavolo di confronto né con la RSA tantomeno con l’organizzazione sindacale. Tutto ciò anche in violazione con quanto previsto dalla clausola sociale sugli appalti, normativa che nel caso specifico prevede l’internalizzazione dei lavoratori in appalto a fronte della internalizzazione del servizio.
I lavoratori riuniti in assemblea stamattina hanno condiviso all’unanimità il percorso proposto dalla Filcams Cgil che già da oggi prevede una richiesta urgente di incontro nei confronti di entrambe le aziende, Isi e Goldoni, per definire le modalità dell’eventuale internalizzazione dei lavoratori e la migrazione contrattuale, oltre che la richiesta di obbligazione in solido per il pagamento della retribuzione di novembre attualmente non ancora retribuita. Con oggi si apre lo stato di mobilitazione dei lavoratori della Isi, in virtù del quale non si escludono ulteriori iniziative, finalizzate al buon esito della vertenza.

 

Manuela Colombini Filcams Cgil Modena

 

Modena, 11/12/2019

image_printStampa
RELATED ARTICLES

Back to Top