CGIL Modena

AREA HANDICAP, I SINDACATI CHIEDONO GARANZIE SULLA QUALITÀ DEI SERVIZI

Vignola, 16 ottobre 2009

 

 

 

 

Ha avuto inizio lunedì scorso la serie di incontri promossi dai Sindacati di categoria Fp/Cgil, Fps/Cisl e dai delegati dei servizi che accolgono persone diversamente abili con le Giunte dei Comuni del Distretto di Vignola, soci dell’Azienda Servizi alla Persona (Asp) “Giorgio Gasparini”. L’obiettivo di tale iniziativa è quello di aprire una discussione sul futuro dei tre centri socio-riabilitativi diurni per persone diversamente abili presenti sul territorio, “I Tigli” di Savignano, “Le Querce” di Castelnuovo, “I Portici” e il laboratorio occupazionale “cASPita” di Vignola.

Nei prossimi mesi la politica locale sarà infatti chiamata ad assumere importanti decisioni  in merito.

Una nuova rimodulazione del Fondo Regionale per la Non Autosufficienza, l’entrata in vigore di una serie di normative regionali e la difficile situazione economica che stiamo attraversando rischiano di determinare un abbassamento notevole della qualità del lavoro e quindi del servizio offerto nei servizi all’handicap, una qualità che fino ad oggi è valutata molto positivamente dagli operatori e dai familiari degli utenti che coinvolge.

La Giunta di Savignano sul Panaro, che per prima si è resa disponibile ad incontrare la delegazione sindacale, si è mostrata attenta ed interessata all’argomento. Pur sottolineando la difficile situazione che gli Enti locali stanno affrontando, situazione determinata dalle sempre più scarse risorse che arrivano dal Governo centrale e da una richiesta crescente di servizi, il Sindaco Germano Caroli e l’Assessore ai Servizi Sociali Marcella Mantovani si sono assunti l’impegno di approfondire il tema  rapportandosi con i tecnici dell’Asp che gestisce i servizi, in modo da verificare l’impatto delle questioni poste.

Adesso la delegazione sindacale è in attesa di essere convocata dalle altre Giunte, in modo da continuare questo percorso di conoscenza e dialogo.

I sindacati auspicano di ricevere al più presto una disponibilità dalle Giunte di Vignola e Castelnuovo Rangone che vedono i centri ubicati nel proprio territorio.

 

 

 

 

Anna Paragliola FP/CGIL Vignola   

Roberto Melotti FPS/CISL Vignola

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top