EMERGENZA COVID-19, NOVITA’ PER IL LAVORO DI PERSONE IN CONDIZIONI DI SALUTE FRAGILE (novità ed aggiornamenti da aprile 2020)

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 25 marzo 2021

Importante aggiornamento previsto dal Decreto Legge n. 41 del 22 marzo 2021, cosiddetto “Decreto Legge Sostegni”, nel quale si definiscono i diritti dei cosiddetti lavoratori fragili.

Scarica la locandina della Cgil di Modena (formato pdf)
NB: la locandina è aggiornata al 24 marzo 2021

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 4 marzo 2021

Salvo integrazioni successive, il DPCM del 2 marzo 2021 (in vigore dal 6 marzo 2021 al 6 aprile 2021) dispone di adottare nei confronti dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni cosiddetti lavoratori fragili ogni soluzione utile ad assicurare lo svolgimento di attività in modalità agile anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento come definite dai contratti collettivi vigenti, e lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale.

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 26 febbraio 2021

Alla data odierna non abbiamo nuove informazioni relativamente alla possibile evoluzione delle norme che si riferiscono a lavoratrici e lavoratori in condizioni di salute fragile nel corso dell’emergenza Covid-19. Se raccoglieremo notizie in merito sarà nostra cura aggiornare immediatamente questa pagina.

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 4 gennaio 2021

Con la legge n. 178 del 30 dicembre 2020 (art. 1, comma 481), per i lavoratori che abbiano ottenuto dalle competenti autorità medico legali delle Asl l’attestazione di Lavoratore Fragile, si istituisce nuovamente dal 1 gennaio al 28 febbraio 2021 la possibilità di assentarsi dal lavoro previa presentazione di certificazione redatta dal medico di famiglia, sempre che la mansione del lavoratore non sia eseguibile in smart working.

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 20 ottobre 2020

Pubblichiamo la locandina contenente un’importante novità per persone in condizioni di salute fragili come previsto dall’art. 26 della Legge n° 126 del 13 ottobre 2020. La norma, ad oggi, sarà in vigore dal 16 ottobre al 31 dicembre 2020.

Scarica la locandina della Cgil di Modena (formato pdf)
NB: la locandina è aggiornata al 20 ottobre 2020

 

 

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena 3 agosto 2020

Da quanto verificato nel Decreto Legge contenente le misure prorogate (DL n. 83 del 30 luglio 2020) purtroppo l’art. 26, comma 2 del cosiddetto “Cura Italia” (lavoratori fragili) NON RISULTA PROROGATO.

4 agosto 2020 – Note pubblicate dal sito web puntosicuro.it che si occupa di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 3 luglio 2020

Pubblichiamo la locandina contenente il riassunto di ciò che è importante sapere rispetto all’evoluzione della normativa che riguarda i cosiddetti lavoratori fragili.

Scarica la locandina della Cgil di Modena (formato pdf)
NB: la locandina è aggiornata al 3 luglio 2020

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 20 maggio 2020

L’art. 74 del cosiddetto Decreto “Rilancio” (DL 19 maggio 2020, n. 34) ha esteso al 31 luglio 2020 la tutela già prevista fino al 30 aprile per lavoratrici e lavoratori che si trovino nelle seguenti condizioni:
– beneficiari dei diritti di cui alla Legge 104/1992 in condizione di gravità (art 3. comma 3)
– beneficiari dei diritti di cui alla di Legge 104/1992 senza condizione di gravità (art. 3 comma 1) purché oncologici, immunodepressi o con necessità di relative cure.
Il medico di famiglia è tenuto a specificare sul certificato di malattia gli estremi del verbale di riconoscimento dei benefici di cui alla legge 104/92, documento che dà origine alla possibilità di assentarsi precauzionalmente dal lavoro.

Non sono purtroppo state ricomprese nel diritto (come invece la bozza di Decreto lasciava sperare) altre categorie nosologiche di lavoratrici e lavoratori in condizioni di salute fragili (diabetici, cardiopatici, affetti da affezioni respiratorie, etc., a meno che non siano già in possesso del verbale di riconoscimento dei benefici di cui alla legge 104/92, nel rispetto delle fattispecie sopra specificate nell’art. 3 comma 3 e comma 1).

Scarica la locandina Cgil Modena (formato pdf)
NB: la locandina è aggiornata al 20 maggio 2020

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 29 aprile 2020
Per ora non è prevista nessuna estensione del diritto di assentarsi dal lavoro per i cosiddetti lavoratori fragili ed il diritto cesserà alla scadenza già fissata al 30 aprile 2020 perché la conversione in Legge del Decreto Legge “Cura Italia” non ha prorogato i termini del diritto.
Auspichiamo che questo diritto venga prorogato la  prossima settimana col nuovo decreto in via di emanazione.

 

  • Aggiornamento di Cgil Modena del 21 aprile 2020

Dalla nota del 21.04.2020 (a firma della Direttrice Generale Cura della Persona Salute e Welfare) si evince che è stata corretta la precedente nota emanata dal medesimo Ufficio (data 01.04.2020). Infatti si dà nuovamente indicazione ai medici di famiglia (medici di medicina generale) ad essere essi stessi i soggetti che devono emettere la certificazione di malattia con codice V07 per le persone fragili e vulnerabili che, in caso di contagio, andrebbero certamente incontro a conseguenze più gravi.
E’ stato riconosciuto quanto richiesto fin da subito dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil.
Restano inalterati i requisiti delle persone che hanno il diritto di assentarsi dal lavoro ed al momento è fissata nel 30 aprile la data di scadenza di tale diritto, come riportato nella nostra nota del 16 aprile sottostante.

 

  • Nota di Cgil Modena del 16 aprile 2020

L’articolo 26 comma 2 del D.L. n° 18 del 17 Marzo 2020 concede la possibilità di assentarsi in malattia (a scopo precauzionale in quanto soggetti vulnerabili):

  • a coloro che hanno ottenuto il riconoscimento di soggetti svantaggiati CON connotazione di gravità (ossia riconoscimento della Legge 104/92 art. 3 comma 3)
  • a coloro che hanno ottenuto il riconoscimento di soggetti svantaggiati SENZA connotazione di gravità (ossia riconoscimento della Legge 104/92 art. 3 comma 1) solo se
    immunodepressi,
    oncologici,
    – con necessità di terapie salvavita connesse a questi stati morbosi.

Per questi soggetti il periodo di malattia è equiparato alla ospedalizzazione, o alla quarantena e tale periodo non è computabile ai fini del comporto.

I medici di famiglia sono stati autorizzati dall’Inps ad emanare certificazioni di malattia per tutti i soggetti affetti da patologie croniche e/o in condizione di immunodepressione. Il codice nosologico V07 sarà apposto dall’Inps.

Salvo proroghe tale diritto è riconosciuto fino al 30 aprile 2020

Modena, 16 aprile 2020

 

Scarica la locandina Cgil Modena (formato pdf)
NB: la locandina è aggiornata al 15 aprile 2020

Circolare Inps Modena (17/3/2020)