CGIL Modena

Avviso per la presentazione di progetti contro le discriminazioni connesse all'origine etnica/Asgi

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20 ottobre 2009 l’avviso del Dipartimento per le pari opportunità – Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica .
Il Dipartimento per le pari opportunità intende promuovere la presentazione di progetti di azioni positive – dirette ad evitare le particolari situazioni di svantaggio connesse con la razza o l’origine etnica – che rientrino nell’ambito dei seguenti assi prioritari:
Asse I – Azioni finalizzate allo sviluppo di microimprese ed auto imprenditorialita’ di soggetti a rischio di discriminazione razziale.
Asse II – Azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di discriminazione razziale nelle giovani generazioni.
Asse III – Azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di discriminazione razziale mediante lo sviluppo del tessuto associativo autonomamente promosso dalle comunità straniere.
L’ammontare delle risorse destinate ai progetti per l’anno 2009 è di 900.000,00 euro a valere sulle risorse assegnate al Dipartimento per le pari opportunità ai sensi dell’art. 29, comma 2, della legge 1° marzo 2002, n. 39.
A ciascun Asse prioritario potrà essere destinata la somma complessiva di euro 300.000,00. Il contributo finanziario del Dipartimento per le pari opportunità non potrà eccedere l’80% del totale dei costi del progetto, così come individuati nell’allegato B. Almeno il 20% dei costi dovrà essere sostenuto dagli organismi promotori o da altri enti (pubblici e privati) che intervengono in qualità di partner.
Possono essere soggetti proponenti (e responsabili esclusivi della rendicontazione del progetto presentato): le organizzazioni di volontariato; le cooperative sociali; gli enti di promozione sociale; le fondazioni, gli enti morali e le associazioni culturali la cui ordinaria attività e le cui finalità istituzionali non siano incompatibili con le finalità del bando; le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS).

Fonte: Asgi, 27.10.2009

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top