CGIL Modena

C.B.FERRARI MODENA, PRESIDIO PERMANENTE DAVANTI ALL’AZIENDA

C.B.Ferrari presidio 25.2

Dopo la dichiarazione di 17 esuberi lo scorso 13 gennaio alla C.B.Ferrari di Modena per cessata produzione, si sono susseguiti vari confronti tra l’azienda, la Fiom Cgil e la Rsu per capire se alle richieste sindacali di accedere all’ammortizzatore sociale straordinario per cessazione e di provare a riportare una parte di produzione a Modena dallo stabilimento di Mornago (Varese), ci fosse una reale disponibilità aziendale.
Nell’incontro ufficiale calendarizzato per stamattina, la dirigenza aziendale non ha dato risposte né su ammortizzatori sociali, né per ridare vita alla produzione sullo stabilimento di Modena, e evitando di discutere queste richieste, ha avanzato la proposta di un misero incentivo all’esodo che è stato visto da parte dei lavoratori come gesto umiliante.
Nell’assemblea sindacale, che si è tenuta davanti ai cancelli dello stabilimento in strada Curtatona subito dopo l’incontro con l’azienda (affiancata da Api Varese e dallo studio legale di riferimento), si è perciò deciso all’unanimità di dare vita ad un presidio permanente davanti ai cancelli aziendali a sostegno delle richieste sindacali e dei lavoratori.
Le istituzioni locali – Comune di Modena e Regione Emilia Romagna- già coinvolte nella vertenza sono state informate anche di quest’ultima presa di posizione della direzione aziendale.
Fiom Cgil, Rsu e lavoratori attendono di essere convocati al più presto dalla direzione aziendale.

 

Modena, 25/2/2022

 

  • C.B.Ferrari presidio 25.2
  • C.B.Ferrari presidio 25.2
  • C.B.Ferrari presidio 25.2
  • C.B.Ferrari presidio 25.2
  • C.B.Ferrari presidio 25.2

 

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top