CGIL Modena

CASTELFRIGO: IMPORTANTE DECISIONE DELLA REGIONE

castelfrigo, macelleria sociale, striscione per manifestazione 2.12.17

La decisione della Regione di rivolgersi alla procura di Modena, dopo quanto accaduto nell’incontro che si è tenuto sul tavolo regionale lo scorso 24 novembre, è un atto che conferma le ragioni della lotta dei lavoratori che operano negli appalti della Castelfrigo.
Con il Patto per il lavoro, sottoscritto da tutte le istituzioni e le parti sociali dell’Emilia Romagna, e la conseguente legge regionale su appalti e legalità, abbiamo segnato il nuovo modello di sviluppo fondato su investimenti, legalità, qualità del lavoro e dei prodotti.
In questo solco rientra la decisione della Regione, contro chi, come nel caso del “sistema”Castelfrigo, fa leva sullo sfruttamento, sull’illegalità per competere sul mercato.
Lo abbiamo sempre detto: per tutelare il sistema produttivo buono bisogna fare una scelta di campo.
Con questo atto la Regione conferma che non si scende a compromessi con chi opera con le cooperative spurie e con lo sfruttamento, utilizzando prestanome e caporali per far operare queste “imprese”.
Adesso non ci sono più alibi: va risolta la vertenza restituendo dignità, lavoro e diritti ai lavoratori degli appalti della Castelfrigo.

Segreteria Cgil Emilia Romagna

Bologna, 3 dicembre 2017

Carni il labirinto delle coop. Indaghi la Procura, Gazzetta di Modena 3.12.17 (pdf)

Io presidente fittizio ricattato per lavorare, Gazzetta di Modena 3.12.17 (pdf)

La triade che governa la schiavitù delle carni, Gazzetta di Modena 3.12.17 (pdf)

Tante società, ma con la stessa sede, Gazzetta di Modena 3.12.17 (pdf)

Alto rischio chiusura e debiti in ascesa, Gazzetta di Modena 3.12.17 (pdf)

 

RELATED ARTICLES

Back to Top