Comitato Direttivo

Comitato Direttivo

Organo deliberante.

Ad esso, tra le altre cose, sono affidati i compiti di dirigere la CGIL Modena nell’ambito degli orientamenti decisi dal Congresso confederale, impostare le iniziative di portata generale, verificare il complesso dell’attività sindacale, assicurare il necessario coordinamento delle strutture in cui la CGIL si articola.

Il Comitato Direttivo della CGIL di Modena ha come presidente Patrizia Palmieri e conta 84 componenti così suddivisi
Confederali (13), Filcams (7), Filctem (8), Fillea (3), Filt (2), Fiom (10), Fisac (1), Flai (5), Flc (4), Fp (7), Nidil (3), Slc (1), Spi (21)
di cui
44 uomini (52,4%), 40 donne (47,6%), 43 delegati sindacali (51,2%).

Il collegio sindacale è composto da 3 componenti. Il presidente è Nillo Francia

 

Assemblea Generale

Durante la Conferenza di Organizzazione che la Cgil ha tenuto nel corso del 2015 è stato deciso di allargare la partecipazione e la rappresentanza negli organismi dirigenti. A questo scopo sono stati eletti i componenti dell’Assemblea Generale della CGIL di Modena, come previsto dallo Statuto della Cgil, in maggioranza attivisti e attiviste dei luoghi di lavoro e delle Leghe Spi.

L’Assemblea Generale si riunisce di norma una volta l’anno per discutere e deliberare in ordine alle linee programmatiche e di indirizzo dell’attività. L’Assemblea Generale, inoltre, elegge il segretario generale, la segreteria o uno o più componenti della stessa, e conseguentemente delibera su eventuali mozioni di sfiducia.

L’Assemblea Generale della CGIL di Modena ha come presidente Patrizia Palmieri e conta 135 componenti così suddivisi
Confederali (16), Filcams (18), Filctem (10), Fillea (5), Filt (4), Fiom (16), Fisac (2), Flai (8), Flc (6), Fp (10), Nidil (4), Slc (2), Spi (34)
di cui
68 uomini (50,4%), 67 donne (49,6%), 79 delegati sindacali (58,5%).