CGIL Modena

CLIMATE ACTION WEEK E GLOBAL CLIMATE STRIKE, LA FILCTEM CGIL SOSTIENE LA MOBILITAZIONE ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA GENERALE FILCTEM CGIL MODENA

FridaysForFuture 27.9.19

L’Assemblea Generale Filctem Cgil insieme alla Cgil di Modena ha aderito, condivide e sostiene le ragioni della settimana di mobilitazione sul tema della crisi climatica, Climate Action Week, che culmina oggi con lo Sciopero Globale per il Clima. Una mobilitazione promossa dalle nuove generazioni per porre il tema del cambiamento climatico al centro dell’agenda dei governi, cambiamento che ora richiede un’assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni su scala globale.
Le conseguenze del cambiamento climatico sono già evidenti, anche nel nostro paese, con un incremento medio globale della temperatura di 1°, rispetto al livello preindustriale: temperature record, ghiacciai che si sciolgono, incendi, alluvioni e uragani devastanti e più frequenti, milioni di persone affette da malnutrizione a causa della siccità costrette a scegliere fra fame e migrazioni forzate, distruzione degli ecosistemi marini con conseguenze disastrose sui sistemi alimentari di milioni di persone. L’accordo di Parigi del 2015 ratifica l’obiettivo di contenere l’aumento della temperatura ben al di sotto dei 2°, facendo ogni sforzo per limitarlo entro 1,5° ma gli impegni volontari assunti dai vari Stati, fra cui l’Unione Europea (che ha assunto un impegno volontario di riduzione delle emissioni del 40% al 2030) se anche fossero rispettati da tutti, porteranno ad un incremento della temperatura superiore a 3°.
Con un aumento di 2° si stimano 100-400 milioni di persone a rischio fame e 1-2 miliardi di persone che non avranno accesso adeguato all’acqua. Il cambiamento climatico aggraverà la povertà e le disuguaglianze determinando quello che è stato definito un apartheid climatico con conseguente migrazione climatica di 140 milioni di persone questo perché i paesi in via di sviluppo, quelli con una responsabilità quasi nulla, pagheranno il 75-80% dei costi. Quindi non parliamo di un’emergenza che riguarda solo l’ambiente, ma milioni di persone che stanno drammaticamente soffrendo e morendo, in molte parti del globo.
Per la Filctem Cgil di Modena la contrattazione è uno strumento essenziale per rivendicare un cambiamento radicale del modello di sviluppo verso una società equa, rispettosa dei limiti del pianeta e dei diritti umani, che affronti con la dovuta urgenza l’emergenza climatica, la riconversione ecologica del sistema produttivo, la tutela ambientale, lo sviluppo di città sostenibili, l’uso efficiente delle risorse e tutti gli obiettivi di sviluppo sostenibile a partire da quello della piena occupazione. La contrattazione sull’ambiente e il territorio è stata lanciata dalla Cgil con il Piano del Lavoro sin dal 2013 – compreso il Piano straordinario per l’occupazione giovanile e femminile – e ripreso con la Piattaforma integrata per lo sviluppo sostenibile che va portata a conoscenza di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori.
Per questo l’Assemblea Generale Filctem Cgil Modena ritiene necessario individuare tutte le azioni utili a sensibilizzare i lavoratori e i soggetti responsabili, attori pubblici e privati, ad assumere comportamenti coerenti e a favorire l’attuazione di politiche, programmi e progetti per l’adattamento al cambiamento climatico, per la promozione dell’economia circolare e per la sostenibilità dello sviluppo, favorendo la transizione ecologica, salvaguardando l’occupazione e richiamando il sistema delle aziende alla responsabilità sociale di impresa.
Il nostro pianeta non si salverà da solo se non agiremo, unite e uniti, per la giustizia climatica e per la salvaguardia del lavoro, favorendo un modello di sviluppo più sostenibile dal punto di vista ambientale, economico e sociale.

Votato all’unanimitàfilcte

Modena, 27/09/2019

 

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top