CGIL Modena

CONTRATTO DI SOLIDARIETÀ NEGLI STABILIMENTI DEL GRUPPO FINCIBEC DI SASSUOLO-CASTELVETRO PER EVITARE I LICENZIAMENTI

Sassuolo, 21 aprile 2009

 

E’ stato siglato ieri presso la sede di Confindustria Ceramica di Sassuolo, l’accordo tra la proprietà e i Sindacati FILCEM/CGIL e FEMCA/CISL di Modena per il contratto di solidarietà di 12 mesi a partire da maggio, che interesserà tutti i 308 lavoratori (operai ed impiegati) del Gruppo ceramico Fincibec (256 lavoratori della Monocibec di Sassuolo e 52 lavoratori della Naxos di Castelvetro) per evitare, a fronte di una forte situazione di crisi di mercato, il ricorso a riduzione di personale e quindi il licenziamento di 112 lavoratori (98 lavoratori della Monocibec e 14 lavoratori della Naxos).

 

La crisi aziendale si era già evidenziata nel corso del 2008 quando a partire della metà dell’anno, era stata effettuata la fermata progressiva degli impianti aziendali sia con sospensioni dell’attività che con riduzioni della stessa, anche attraverso il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria.

La situazione è ulteriormente e drasticamente peggiorata nel corso del 2009, con un calo ulteriore del fatturato rispetto al 2008 ed un forte incremento della giacenza di magazzino, in virtù della prolungata ed intensa contrazione di mercato.

 

Sindacati, R.S.U e Direzione Aziendale, hanno perciò convenuto di ricercare una soluzione condivisa per governare la fase di crisi aziendale, attraverso l’utilizzo di un ammortizzatore sociale, finalizzato alla riduzione dell’impatto sociale derivante dall’esubero di personale, nel comune intento di salvaguardare unitamente all’occupazione ed alla professionalità dei singoli lavoratori interessati, anche la competitività aziendale, la funzionalità degli uffici e dei reparti, l’efficienza ed efficacia delle attività e dei servizi aziendali.

 

Il contratto di solidarietà per un anno prevede la riduzione generalizzata dell’orario di lavoro per i lavoratori da un minimo del 25% ad un massimo del 50%, in base ai reparti/uffici aziendali di appartenenza.

 

Quale condizione di migliore favore rispetto a quanto previsto dalle normative vigenti, tra il Sindacato e l’Azienda si è raggiunto un accordo che prevede la possibilità per i lavoratori per la durata del Contratto di Solidarietà di richiedere l’anticipo del Trattamento di Fine Rapporto maturato, per incrementare il proprio reddito rispetto all’integrazione salariale del 60% prevista a carico dell’INPS per le ore di riduzione dell’attività lavorativa.

 

Nei prossimi giorni l’intesa sarà illustrata e sottoposta a consultazione durante apposite assemblee sindacali, alle quali i lavoratori sono invitati a partecipare numerosi.

 

Sindacati e R.S.U. esprimono soddisfazione per l’accordo raggiunto che, in questo momento di forte crisi settoriale, salvaguarda l’occupazione senza disperdere le professionalità in esubero e dimostra la volontà aziendale di volersi posizionare in buone condizioni competitive, quando il mercato immobiliare e delle costruzioni uscirà dall’attuale fase recessiva.

 

 

 

FILCEM-CGIL     FEMCA-CISL Modena

RSU Monocibec Sassuolo         RSU Naxos Castelvetro

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top