CGIL Modena

DECESSO COLLAUDATORE MASERATI AUTO, IL CORDOGLIO DELLA FIOM/CGIL. LA SICUREZZA DEVE ESSERE UNA PRIORITA’ AZIENDALE

E’ un dipendente della Maserati di Modena, il pilota professionista di 31 anni, romano, che nella tarda mattinata di ieri è morto mentre stava collaudando un prototipo sulla pista di Balocco (Vercelli).

Questo è il secondo incidente mortale tra i piloti nell’arco di 2 anni su quella pista. La Fiom/Cgil di Modena richiama perciò il Gruppo Fca alle sue responsabilità, perché in un’attività così pericolosa bisogna applicare tutte le norme di sicurezza utili a garantire l’incolumità dei lavoratori addetti.
La Fiom/Cgil confida che rapidamente gli organi preposti facciano luce sull’accaduto, accertando ogni responsabilità. La sicurezza dei lavoratori deve essere una priorità per tutte le imprese e per questa ragione la Fiom/Cgil organizzerà nei prossimi giorni un’assemblea presso lo stabilimento Maserati di via Sallustio a Modena, in cui era occupato il pilota, per ragionare con i lavoratori diretti interessati sulle azioni utili da mettere in campo per tutelare al massimo la sicurezza, anche in un ruolo come quello dei collaudatori che tutti i giorni rischiano la propria vita.
La Fiom/Cgil esprime cordoglio per la morte del pilota Maserati e vicinanza alla famiglia.

Cesare Pizzolla segretario Fiom/Cgil Modena

 

Modena, 21 dicembre 2017

image_printStampa
RELATED ARTICLES

Back to Top