CGIL Modena

DISTURBI MUSCOLOSCHELETRICI CRONICI: COME ADATTARE I LUOGHI DI LAVORO?

PuntoSicuro - Disturbi muscoloscheletrici cronici: come adattare i luoghi di lavoro?

Se, come ricordato dalla campagna europea “ Ambienti di lavoro sani e sicuri. Alleggeriamo il carico!”, in Europa sono molti i lavoratori affetti da patologie e disturbi muscolo-scheletrici (DMS) cronici, è evidente che con l’invecchiamento della popolazione attiva e l’aumento dell’età del pensionamento, “il numero di lavoratori affetti da patologie croniche è destinato a crescere; pertanto, i datori di lavoro avranno sempre più la necessità di mantenere i lavoratori in attività, mentre i servizi sanitari, sociali e per l’impiego dovranno sostenere tale processo”.
Infatti il lavoro “dev’essere reso sostenibile durante tutta la durata della vita lavorativa”: per lavorare “non è necessario che le persone siano in condizioni di salute perfette; con il giusto sostegno, molte persone affette da patologie croniche”, come ad esempio disturbi muscoloscheletrici cronici, “possono continuare a svolgere un’attività lavorativa”.

Leggi tutto l’articolo (fonte: puntosicuro.it)

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top