CGIL Modena

FLUSSI STAGIONALI 2009. INVIO DA OGGI. LE QUOTE PER PROVINCIA

  Il 10 aprile è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge sui flussi stagionali 2009. Le domande possono essere spedite da oggi fino al 31 dicembre 2009 utilizzando l’apposito programma disponibile per il download all’indirizzo http://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/download. La compilazione dei moduli ed il loro invio può essere effettuato solo telematicamente.

   Sono 80mila gli ingressi previsti e saranno gli unici consentiti nel 2009. Sono ammesse le domande relative a lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Serbia,Montenegro, Bosnia-Herzegovina, Ex Repubblica Yugoslava di Macedonia, Croazia, India, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka e Ucraina; lavoratori subordinatinon comunitari dei Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazone in materia migratoria: Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto; lavoratori stranieri non comunitari titolari di permesso di soggiorno per lavoro stagionale negli anni 2006, 2007 e 2008.

   Questa è la suddivisione delle quote tra le province:

Val d’Aosta (50): Aosta 50;
Piemonte (3800): Alessandria 450, Asti 450, Biella 20, Cuneo 2000; Novara 50, Torino 800, Verbania C.O. 15, Vercelli 15;
Liguria (800): Genova 100, Imperia 250, La Spezia 50, Savona 400;
Lombardia (4000): Bergamo 90; Brescia 550, Como 20, Cremona 100, Lecco 20, Lodi 100, Mantova 2600, Milano 200, Pavia 200, Sondrio 100, Varese 20;
Provincia Autonoma di Trento: 3000;
Provincia Autonoma di Bolzano: 1000;
Veneto (8000): Belluno 150, Padova 450, Rovigo 600, Treviso 160, Venezia 1000, Verona 5500, Vicenza 90;
Friuli Venezia Giulia (700): Gorizia 50, Pordenone 150, Trieste 50, Udine 450;
Emilia Romagna (8000): Bologna 400, Ferrara 400, Forlì-Cesena 2000, Modena 600, Parma 200, Piacenza 300, Ravenna 2500, Reggio Emilia 100, Rimini 1500;
Toscana (3900): Arezzo 250, Firenze 180, Grosseto 2500, Livorno 115, Lucca 110, Massa Carrara 60, Pisa 90, Pistoia 80, Prato 5, Siena 510;
Marche (1850): Ancona 550; Ascoli Piceno 450; Macerata 400; Pesaro-Urbino 450;
Umbria (350): Perugia 270, Terni 80;
Lazio (7900): Frosinone 100, Latina 6530, Rieti 90, Roma 1000, Viterbo 180;
Abruzzo (4500): Chieti 400, L’Aquila 3500 (quote per il momento ferme presso la Direzione Centrale dell’imigrazione), Pescara 300, Teramo 300;
Molise (500): Campobasso 440, Isernia (60),
Campania (7100): Avellino 80, Benevento 750, Caserta 500, Napoli 1250, Salerno 2520;
Puglia (6500): Bari 700, Brindisi 250, Foggia 4500, Lecce 700, Taranto 350;
Basilicata (1250): Matera 300, Potenza 950;
Calabria (5400): Catanzaro 400, Cosenza 1450, Crotone 2900, Reggio Calabria 600, Vibo Valentia 50;
Sicilia (5700): Agrigento 50, Caltanissetta 140, Catania 300, Enna 150, Messina 180, Palermo 180, Ragusa 3100, Siracusa 1500, Trapani 100;
Sardegna (700): Cagliari 130, Nuoro 500, Oristano 20, Sassari 50.

decreto-flussi-stagionali

circolare-prot-n1746-del-09-04-2009

circolare-11-2009-del-ministero-del-lavoro-dellasalute-e-delle-politiche-sociali

allegato-alla-circolare-11-2009-suddivisione-per-province

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top