CGIL Modena

Fondo europeo integrazione(Fei), approvato il Programma 2009

La Commissione europea, con decisione n.C(2009)5561 del 9 luglio 2009, ha approvato il Programma annuale 2009 relativo al Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini di Paesi terzi (Fei), che prevede uno stanziamento complessivo di 21.618.940,37 euro, di cui 15.062.036,85 come contributo comunitario e 6.556.903,52 come contributo nazionale.

Sulla base del Programma annuale appena approvato verranno pubblicati prossimamente gli avvisi per la presentazione dei progetti a valere sul Fondo per l’annualità 2009. (Fonte: Ministero dell’Interno).

 

Scheda/Cos’è il Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini di Paesi terzi
Con decisione del Consiglio dell’Unione Europea n. 2007/435/CE, in data 25 giugno 2007, è stato istituito il Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi terzi per il periodo 2007-2013 nell’ambito del programma generale ‘Solidarietà e gestione dei flussi migratori’.
Il Fondo ha lo scopo di aiutare gli Stati membri dell’Unione europea a migliorare la propria capacità di elaborare, attuare, monitorare e valutare tutte le strategie di integrazione, le politiche e le misure nei confronti dei cittadini di Paesi terzi, lo scambio di informazioni e buone prassi e la cooperazione per permettere ai cittadini di Paesi terzi, che giungono legalmente in Europa, di soddisfare le condizioni di soggiorno e di integrarsi più facilmente nelle società ospitanti.
Lo stanziamento complessivo per il Fondo Europeo per l’Integrazione per gli anni dal 2007 al 2013 è pari a 825 milioni di euro, di cui 768 milioni distribuiti fra gli Stati membri sulla base di criteri che tengano conto del numero di cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti nello Stato membro e 57 milioni per le azioni comunitarie. In particolare, le risorse finanziarie totali stanziate per l’Italia, con riferimento all’intero periodo, ammontano a circa 91 milioni di euro.
Sulla base delle priorità di intervento specificate dalla Commissione Europea per la destinazione delle somme stanziate, il ministero dell’Interno, dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, individuato quale autorità responsabile per l’Italia, ha sviluppato una strategia per l’utilizzo delle risorse del Fondo, predisponendo un Programma pluriennale, relativo all’intero periodo di riferimento (2007-2013) e una programmazione annuale riferita agli anni 2007 e 2008, che sono stati approvati dalla Commissione europea.
La Programmazione per l’anno 2009 è in corso di valutazione da parte della Commissione europea. (Fonte: Ministero dell’Interno)

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top