CGIL Modena

GIUNTA COMUNE DI SASSUOLO, ASSURDO TEATRINO DI FRONTE AI PROBLEMI REALI DEI CITTADINI

Sassuolo Comune

Esprimo profonda preoccupazione per quanto sta avvenendo nella Giunta Menani del Comune di Sassuolo, dove si sono già dimessi due assessori e la vice sindaco.
I cittadini sassolesi hanno il diritto di avere una Giunta efficiente e al completo, che rappresenti i cittadini e le cittadine, che si senta rappresentativa dello Stato e si occupi dei problemi reali che tutti stiamo affrontando in un momento ancora complicato.
Se da un lato si assiste a questo assurdo teatrino, dall’altra parte lavoratrici e lavoratori, cittadine e cittadini, pensionate e pensionati sono alle prese con i problemi reali della vita: una pandemia che è ancora molto presente, i lavoratori alle prese con la cassa integrazione, l’aumento del costo della vita con un’inflazione che non si vedeva da decenni a questi livelli, legata anche al caro energia.
La Giunta di Sassuolo si deve velocemente interessare di questi problemi perché rischiamo che il combinato disposto delle criticità oggi presenti, determini difficoltà di tenuta economica delle famiglie e il rischio di scivolamento di una quota sempre maggiore sotto la soglia di povertà, in un territorio dove ancora tante famiglie vivono con poco più di 1.000 euro al mese e devono affrontare un’inflazione a quasi il 5%.
Quindi mi auguro che la situazione che si è venuta a creare in Giunta si risolva velocemente e si apra quanto prima un confronto con le parti sociali per verificare cosa può fare il Comune per aiutare le famiglie più in difficoltà ad affrontare questa complicata situazione.

Cesare Pizzolla, coordinatore Cgil zona di Sassuolo

Sassuolo, 2/2/2022

 

Servizio del Tg Trc Modena, edizione delle ore 19.30 del 2/2/2022

 

 

Cesare PizzollaCesare Pizzolla, coordinatore Cgil Sassuolo

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top