CGIL Modena

IERI ALLA CAMERA RESPINTE LE MOZIONI CONTRO I RESPINGIMENTI

La Camera ieri  ha respinto le mozioni Soro ed altri n. 1-00260, Di Pietro ed altri n. 1-00230, Pezzotta ed altri n. 1-00266 e la risoluzione Mecacci ed altri n. 6-00035 concernenti iniziative in materia di contrasto dell’immigrazione clandestina e per assicurare il rispetto delle norme costituzionali e internazionali, con particolare riferimento alle operazioni di respingimento ed ha approvato invece la mozione Cicchitto, Cota, Lo Monte ed altri n. 1-00275 favorevole alle attuali politiche di respingimento.

Sulla ricostruzione fatta a Montecitorio dal sottosegretario Nitto Palma sulla questione dei respingimenti è successivamente intervenuto Roberto Zaccaria, pd, vicepresidente della commissione Affari Costituzionali, con un comunicato stampa nel quale afferma: “Il sottosegretario Nitto Palma rimuove completamente la drammatica questione dei respingimenti: ne parla addirittura usando il termine di riconsegna”. Secondo Zaccaria “la ricostruzione fatta ieri alla Camera da Nitto Palma della politica del governo su questa drammatica materia è di pura fantasia e non tiene conto delle contestazioni avanzate dagli autorevoli organismi internazionali né delle ultime indicazioni del Consiglio europeo di Bruxelles che nella riunione del 29 e 30 ottobre ha invitato i paesi membri a rispettare l’applicazione del diritto d’asilo, implicitamente affermando che l’Italia non è in linea con questa norma. Inoltre è assai grave – aggiunge Zaccaria – che la pratica dei respingimenti sia stata appaltata alla Libia, paese che non tiene conto in alcun modo dei richiedenti asilo. Molte persone che scappano dalle persecuzioni sia così rimpatriate nei propri paesi senza che siano applicate le norme di tutela dei diritti umanai riconosciute dalla comunità internazionale”.

PER SAPERNE DI PIU’:

LE MOZIONI

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top