CGIL Modena

INFORTUNIO MORTALE SUL LAVORO A MARZAGLIA: SETTORE EDILE FRA I PIÙ ESPOSTI A QUESTI RISCHI; CORDOGLIO FILLEA ALLA FAMIGLIA

Modena, 27 febbraio 2015

Il sindacato edili Fillea/Cgil di Modena esprime cordoglio alla famiglia del lavoratore Ennio Marciano vittima dell’ennesimo infortunio mortale sul lavoro.
Attendiamo che gli inquirenti stabiliscano le modalità dell’infortunio, ma quello che è certo è che nel 2015, nel cuore dell’Emilia, ancora si muore durante lo svolgimento del proprio lavoro. L’edilizia è uno dei settori più colpiti da questi fatti e ci stupiamo che ancora qualcuno parli di riduzione degli incidenti, tenuto conto della crisi del settore e degli addetti che ci lavorano. L’eccessiva frantumazione produttiva, i ritmi lavorativi troppo sostenuti, la precarizzazione, la carenza sul pieno rispetto delle misure di prevenzione sono cause prime di infortuni, purtroppo anche mortali, sui luoghi di lavoro.
Per questo l’attenzione alla sicurezza e alla salute sui posti di lavoro non può mai venire meno ed ha bisogno di costanti cure e non di interventi spot.
Poiché non è possibile, ancora oggi, morire di lavoro!!
La categoria dei lavoratori edili della Cgil esprime una profonda vicinanza alla famiglia del lavoratore coinvolto e si mette a disposizione per garantire la massima tutela ai famigliari di tutte le vittime di incidenti sul lavoro.

Marcello Beccati, segretario provinciale sindacato Edili Fillea/Cgil Modena


image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top