INPS: SI’ A PRESTAZIONE DI INVALIDITA’ A NON COMUNITARIA PRIVA DELLA CARTA DI SOGGIORNO. IL CASO E’ STATO SEGUITO DALL’INCA CGIL DI MODENA

 

L’Inps riconosce l’assegno di invalidità civile per invalidità parziale a una cittadina non comunitaria priva della ‘carta di soggiorno’ (permesso CE per lungo soggiornanti). Con la deliberazione n. 70 del 4 luglio 2011 il Comitato nazionale dell’Inps competente per l’esecuzione o l’annullamento delle decisioni relative ai ricorsi sulle prestazioni ha deciso di sospendere il provvedimento di diniego della prestazione adottato dal Direttore della sede Inps di Modena nonostante il parere favorevole di accoglimento espresso dal Comitato modenese dell’Istituto. Nella delibera il Comitato nazionale prende atto delle sentenze della Corte Costituzionale succedutesi in materia. La prestazione decorrerà dal mese successivo alla data di presentazione del ricorso. La delibera apre la strada all’esito favorevole dei tanti ricorsi presentati da cittadini non comunitari privi della ‘carta di soggiorno’ . Probabilmente il contenzioso giudiziario ha i giorni contanti con sollievo per le tasche dei ricorrenti.

Il caso è stato seguito dall’INCA CGIL di Modena.

LA DELIBERA