CGIL Modena

ITALPIZZA, I LAVORATORI IN APPALTO DICONO NO ALL’ACCORDO EVOLOGICA-UIL TRASPORTI

Italpizza

È di ieri pomeriggio la notizia, trapelata dall’interno dello stabilimento Italpizza di San Donnino di Modena, che il contestato accordo sindacale di febbraio tra Evologica (la cooperativa di manodopera dei lavoratori in appalto che producono le pizze) e la Uil/Trasporti è stato bocciato dai lavoratori: 227 voti contrari, 190 voti favorevoli e ben 172 schede nulle, queste ultime probabilmente frutto di un voto di protesta (in allegato).

Le votazioni si sono svolte in due giornate, il 26 e 27 febbraio. In quei giorni, mentre la Uil/Trasporti gestiva le operazioni di voto all’interno dell’azienda, i rappresentanti della Cgil erano invece all’esterno dei cancelli dove distribuivano un volantino di protesta ai lavoratori che entravano al lavoro. Evologica e Uil/Trasporti vogliono infatti mantenere il Contratto Nazionale Pulizie/Multiservizi anche per i lavoratori che fanno le pizze o movimentano le merci, tenendo in questo modo le retribuzioni più basse di una cifra che oscilla tra i 100 e 500 euro mensili.

Tuttavia, al di là dell’applicazione contrattuale, è il tema delle condizioni di lavoro che non viene risolto: turni “ordinari” che possono variare da 6 a 11 ore al giorno, con una collocazione nella giornata e nella settimana soggetta sempre e solo alle disposizioni dei capi-turno. Chi protesta o si rivolge a sindacati esterni subisce inoltre le note ritorsioni balzate alla cronaca nelle settimane scorse: trasferimenti, cambi di mansione o licenziamenti.

I lavoratori rivendicano la loro dignità di persone nell’esprimere le proprie opinioni e le proprie libertà sindacali – dichiarano in una nota congiunta le categorie sindacali Flai-Filcams-Filt della Cgil impegnate sul sito Italpizza – Proprio nella giornata di ieri è stata inviata una piattaforma di sito a Italpizza e alle società appaltatrici per rivendicare una corretta applicazione contrattuale e una contrattazione di sito valida per tutti i lavoratori e non solo per alcuni. In mancanza di risposte si continuerà l’attività di denuncia e sarà avviata la mobilitazione”.

Già da lunedì 4 marzo, la Cgil con i suoi delegati e funzionari riprenderà l’attività di volantinaggio davanti ai cancelli di Italpizza per informare sulla corretta applicazione contrattuale e sulle disparità economiche tra il contratto multiservizi e alimentare, e per dare informazioni sulla piattaforma di sito presentata alle società, unico strumento per dare pari trattamento a tutti i lavoratori del sito Italpizza.

Flai/Cgil Modena
Filcams/Cgil Modena
Filt/Cgil Modena

Modena, 28/2/2019

 

Intervista di Marco Bottura a radioarticolo1.it

 

Servizio del Tgr ER, edizione del 28/2/2019 delle ore 14

 

image_printStampa
RELATED ARTICLES

Back to Top