CGIL Modena

LE RICHIESTE DEI PENSIONATI A COMUNI DISTRETTO CERAMICO

Modena, 16 novembre 2009

 

 

Mantenere inalterate le rette e tariffe per i servizi alla persona; applicare l’Isee (Indicatore situazione economica equivalente) in modo omogeneo; migliorare le risposte su liste di attesa per le visite, assegno di cura, assistenza domiciliare; avere maggiore attenzione per la formazione, informazione e il tempo libero delle persone anziane; sbloccare la procedura per realizzare l’Asp (Azienda servizi alla persona); attivare tutte le forme di risparmio per la tutela del reddito degli anziani. Sono le richieste che i sindacati dei pensionati Fnp-Cisl, Spi–Cgil e Uilp–Uil della zona di Sassuolo presenteranno alle amministrazioni pubbliche locali, impegnate a elaborare i bilanci comunali 2010.

La piattaforma sindacale sarà discussa anche nelle assemblee unitarie dei pensionati che si terranno nelle prossime settimane nei Comuni del distretto ceramico e della montagna. Le assemblee sono finalizzate a raccogliere nuove idee e proposte in vista del rinnovo degli accordi tra Fnp-Spi-Uilp e Comuni sulle politiche socio-sanitarie e le pari opportunità. In attesa di incontrati i sindaci, i sindacati dei pensionati di Cgil-Cisl-Uil riaffermano il valore della contrattazione sociale e delle funzioni del livello distrettuale.

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top