CGIL Modena

MASERATI AUTO, SULLO SCIOPERO DI IERI LA DIREZIONE “DA’ I NUMERI”

presidio Maserati 12.12.17

Rimango per l’ennesima volta esterefatto dall’atteggiamento mistificatorio da parte della dirigenza Maserati degno del più abile prestigiatore.
Ancora una volta la dirigenza risponde mele al posto di pere…ma ci sono abituato.
La Fiom/Cgil nel comunicato di ieri ha dichiarato che la produzione nella mattinata di ieri è stata pari a zero… Quindi che nessun dipendente dei circa 200 in produzione è entrato al lavoro. Loro rispondono con i 1.000 tecnici ed impiegati.
Loro dicono che circa 90 sui 200 hanno scioperato. Allora domando: da dove sarebbero entrati gli oltre 100 lavoratori che non hanno scioperato? Forse hanno dormito dentro lo stabilimento visto che nessun operatore di produzione è entrato dalle ore 6 dai normali cancelli della fabbrica da noi presidiati?
Se oltre 100 dipendenti non hanno scioperato perchè le linee produttive sono state ferme per tutta la mattina?
Invito gli organi di stampa a fare una domanda all’azienda su quante auto sono state montate in produzione nella mattinata di ieri.
Aggiungo che se la risposta sarà zero, come è stato, mi domando come con solo il 7% di scioperanti, come dichiarano loro, si possa paralizzare l’attività produttiva di un’azienda che fattura oltre 2 miliardi di fatturato.
E’ chiaro ed evidente che siamo di fronte all’ennesimo tentativo aziendale di mascherare i loro problemi, anche di rapporto con chi tutti i giorni si alza al mattino per contribuire alla produzione di ricchezza di questo stabilimento. Produzione utile a pagare anche i lauti compensi dei dirigenti che sono lì per mistificare la realtà e non per affrontare i problemi che i lavoratori ieri hanno voluto evidenziare con la partecipazione allo sciopero che ha paralizzato la produzione.

Cesare Pizzolla segretario Fiom/Cgil Modena

 

Modena, 13 dicembre 2017

 

image_printStampa
Taggato con: , ,
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top