CGIL Modena

MEDICI SENZA FRONTIERE CHIUDE IL PROGETTO A LAMPEDUSA. GRAVE PREOCCUPAZIONE PER I MIGRANTI RESPINTI IN MARE VERSO LA LIBIA

“Medici Senza Frontiere (MSF) ritira la propria equipe da Lampedusa, a causa della drastica riduzione del numero di migranti e di richiedenti asilo che approdano sull’isola. Tra maggio e ottobre del 2008, secondo i dati raccolti da MSF, più di 21mila migranti e rifugiati erano arrivati a Lampedusa, dopo un pericoloso viaggio attraverso il Mar Mediterreaneo. Nello stesso periodo del 2009, le equipe di MSF hanno registrato meno di 200 migranti”. Nel darne notizia,  MSF  si dice “estremamente preoccupata per il destino degli immigrati a cui è impedito giungere in Italia”.
“ All’inizio di quest’anno”, spiega Medici Senza Frontiere, “il governo italiano ha avviato nuove misure per contenere il flusso di immigrati verso l’Italia. In questi mesi molte imbarcazioni sono state intercettate in mare e poi respinte verso la Libia. Il primo ‘ritorno forzato’ ufficiale ha avuto luogo a maggio. Ai migranti e richiedenti asilo che vengono respinti in Libia, mentre si trovano ancora in mare, viene negata l’opportunità di sbarcare in Europa e di ricevere l’assistenza umanitaria a cui hanno diritto”.

image_printStampa
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top