NUOVA MOBILITAZIONE ESODATI A ROMA IL 30 GIUGNO

Modena, 23 giugno 2014

Nuovo presidio degli esodati lunedì 30 giugno a Roma.
Dopo le proteste di aprile e maggio, la Rete nazionale dei Comitati degli esodati ha promosso un nuovo presidio per lunedì 30 giugno che si articoli in ben tre momenti.
Il primo presidio sarà dalle ore 9 alle 12 presso la sede di Montecitorio, il secondo presidio dalle ore 12 alle 14 sotto la sede del Ministero del lavoro (in via Veneto), il terzo presidio dalle ore 15 alle 18 presso il Mef (via XX Settembre).
Gli esodati chiedono la rapida approvazione della Proposta di Legge Unificata per la salvaguardia degli esodati. La PdL 224, sebbene non dia soluzione strutturale al problema dei cosiddetti esodati (frutto della riforma Fornero), rappresenta un significativo passo in avanti per porre rimedio al dramma in corso oramai da oltre due anni, estendendo la platea dei salvaguardati.

Per chi da Modena volesse partecipare alla manifestazione a Roma, è previsto un pullman (proveniente da Brescia) lunedì 30 giugno che ferma al casello di Modena Sud alle ore 01.00 della notte (si riparte da Roma alle ore 16, rientro previsto a Modena per le ore 23).
Per prenotazioni e informazioni contattare Claudio Ardizio (329.4206516 – claudio.ardizio@libero.it) oppure  PATTIFALC@libero.it, elidealboni@alice.it .
La Cgil di Modena che sostiene le ragioni della mobilitazione dei lavoratori esodati, mette a disposizione il proprio sito cgilmodena.it e pagina Fb per informazioni e contatti.
Cgil Cisl Uil hanno fra le priorità della piattaforma unitaria “Fisco e Previdenza” recentemente varata, anche le rivendicazioni per gli esodati. I sindacati confederali chiedono a Governo e Parlamento l’ampliamento della platea dei salvaguardati e una soluzione di carattere strutturale e definitivo che garantisca a tutti gli interessati il diritto alla pensione anche prorogando i termini delle attuali salvaguardie oltre il 6 gennaio 2015 ed estendendo l’area dei beneficiari.