CGIL Modena

OSPEDALE DI SASSUOLO SPA: ESCE IL SOCIO PRIVATO, ENTRA L’AUSL DI MODENA. CGIL E FP CGIL MODENA SEGUONO CON INTERESSE E CHIEDONO PROGRAMMAZIONE E PARTECIPAZIONE

Ospedale_Sassuolo

Con l’adozione di una specifica delibera, l’Ausl di Modena ha formalizzato la manifestazione di interesse per l’acquisizione delle quote di minoranza detenute dai soci privati dell’Ospedale di Sassuolo. Questa scelta, seppur da collocare all’interno di una riflessione in atto da tempo, rappresenta una decisa accelerata del processo decisionale, dettata anche dall’impatto della pandemia.

Con la prossima acquisizione delle quote del socio privato da parte dell’azienda pubblica si chiuderà un’esperienza originale, durata quindici anni, che ha saputo interpretare i bisogni del territorio e la necessità di tutelare i livelli occupazionali per chi proveniva da esperienze private come quella di Villa Fiorita.
L’esplosione della pandemia ha fatto emergere nuove esigenze rispetto alla gestione della sanità modenese: tra queste vi è sicuramente la necessità di orientare più efficacemente le singole politiche delle aziende sanitarie verso il medesimo obiettivo, garantendo una gestione ancor più coordinata a livello provinciale.
Il potenziale passaggio ad una gestione esclusivamente pubblica della struttura ospedaliera dovrà quindi aumentare ancor più il perseguimento degli obiettivi di salute collettiva, garantendo il principio della continuità assistenziale e conservando il livello di eccellenza che l’Ospedale di Sassuolo ha raggiunto per l’intero sistema sanitario provinciale.

Altrettanto convintamente riteniamo che il ruolo strategico che svolge l’Ospedale di Sassuolo, e che dovrà continuare a svolgere per tutta l’area sud della nostra provincia, possa essere perseguito continuando a garantire l’autonomia gestionale ed organizzativa che ha sempre caratterizzato quell’esperienza, alla stessa stregua dell’autonomia organizzativa e gestionale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena.
Da questo punto vista l’irrobustimento della presenza di Ausl, deve essere l’occasione per innalzare ulteriormente gli standard qualitativi gestionali: autonomia della direzione delle professioni sanitarie così come accade per le altre aziende, aggiornamento delle dotazioni organiche di personale rimaste nel frattempo ferme, continuità nelle politiche di valorizzazione del personale per sostenere il confronto con le altre aziende sanitarie e gratificare i professionisti che hanno scelto di investire la propria carriera nell’Ospedale di Sassuolo.

 

Cgil Modena
Fp Cgil Modena

 

Modena-Sassuolo, 16/3/2021

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top