CGIL Modena

QUAL È LA RELAZIONE TRA SMART WORKING E BENESSERE DEL LAVORATORE?

PuntoSicuro - Qual è la relazione tra smart working e benessere del lavoratore?

La pratica dei dipendenti che lavorano da remoto, lontano dal posto di lavoro convenzionale, è diventata un fenomeno vario e in rapida evoluzione. I processi di ridefinizione del lavoro, già in atto nell’era pre-pandemia (prima dell’11 marzo 2020 quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiarò la malattia COVID-19 una pandemia), con l’avvento del COVID-19 sono diventati ampiamente richiesti. Diverse organizzazioni (terziario, istruzione, servizi professionali, pubblica amministrazione) sono state coinvolte nello smart working. Nello specifico, i ricercatori sostengono che nel settore pubblico c’è stato un uso generalizzato e indiscriminato dello smart working senza comprendere, in realtà, i requisiti per introdurre l’esperienza di smart working più che nel settore privato, che ha ulteriormente migliorato la pratica dello smart working.

Leggi tutto l’articolo (fonte: puntosicuro.it)

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top