SCIOPERO ADDETTI PULIZIE UFFICI POSTALI, LUNEDI' 19 OTTOBRE

Sciopero di 8 ore lunedì 19 ottobre degli oltre 40 lavoratori, in prevalenza donne, degli appalti di pulizia presso le Poste di Modena e provincia proclamato dal sindacato Filcams/Cgil contro i ritardi e i mancati pagamenti degli stipendi. Lo sciopero prevede anche un presidio la mattina (ore 8.30-11.30) di lavoratrici e sindacati davanti all’ufficio di Modena Centro in via Emilia.

Lavoratrici e Filcams/Cgil contestano la scarsa affidabilità della ditta appaltatrice la Srl Iniziative Ambientali di Roma, chiedono che si ponga fine al più presto allo stato di incertezza sulle retribuzioni delle lavoratrici e auspicano che tutte le parti in causa si attivino per trovare al più presto una veloce soluzione.

“L’appalto alle Poste è storicamente un appalto molto travagliato” spiega Adriano Montorsi della Filcams/Cgil. “Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un continuo alternarsi negli appalti di diverse ditte, prima la Quaserpul (con un affidamento molto discutibile), poi la Shining, recentemente la Cps e infine la Inizitive Ambietali Srl”.

Si tratta di ditte che riescono a vincere l’appalto delle pulizie garantendo al committente prezzi stracciati, al momento dell’assunzione dell’appalto non fanno alcun problema e assumono tutti i lavoratori, ma dopo qualche mese si rivelano poco affidabili, riservando ai lavoratori e alle lavoratrici trattamenti ai limiti della legalità, ritardano il pagamento degli stipendi e di tredicesima e quattordicesima, sino a sospendere il pagamento vero e proprio delle ultime mensilità. A fronte delle proteste e delle denuncie dei Sindacati, le ditte appaltatrici si giustificano con i ritardi dei pagamenti da parte di Poste Italiane, con le quali Inziative Ambientali Srl ha anche in atto un contenzioso sulle tempistiche dei pagamenti previste del contratto di affidamento del servizio.

“Questa situazione si trascina da fine 2008-inizio 2009 e lo scorso aprile è stata fatta una dura denuncia della Filcams/Cgil insieme al sindacato poste Slc/Cgil sulla situazione degli appalti alle Poste di tutta la Regione Emilia-Romagna”, continua Montorsi.

A Modena e provincia la ditta appaltatrice non ha pagato la quattordicesima, le buste di agosto e settembre. Di fronte alla proclamazione dello stato di agitazione e dello sciopero, c’è stato un tentativo di prendere tempo, liquidando a tre lavoratrici il saldo di quanto effettivamente dovuto, ad altre sette la retribuzione di agosto (ma non la 14^), mentre tutte le altre – oltre 30 – non hanno ancora avuto niente.

Modena, 14 ottobre 2009

Filcams CGIL Modena