CGIL Modena

#FUORISERVIZIO, SCIOPERO NAZIONALE LAVORATORI PULIZIE, RISTORAZIONE COLLETTIVA E AGENZIE VIAGGIO MARTEDI’ 30 MAGGIO. A MODENA PRESIDIO C/O LEGACOOP

sciopero nei settori del turismo e multiservizi in provincia di Modena - 30 maggio 2017

Modena, 26 maggio 2017

 

Dopo la mobilitazione nazionale dello scorso 31 marzo 2017, che ha visto un’altissima adesione allo sciopero e partecipazione alla manifestazione di Roma, i sindacati Filcams/Cgil Fisascat/Cisl Uiltucs e Uiltrasporti/Uil proseguono le iniziative di lotta a sostegno del rinnovo dei Contratti Nazionali dei settori delle pulizie-multiservizi, ristorazione collettiva e agenzie viaggio scaduti da oltre 49 mesi.
E’ infatti indetto per martedì 30 maggio un nuovo sciopero nazionale con manifestazioni territoriali. A Modena infatti è previsto un presidio davanti alla sede di Legacoop (via Fabriani 120) dalle ore 9.30 alle 12.

La scelta del presidio davanti a Legacoop Modena si giustifica per il fatto che Legacoop è soggetto principale ai tavoli di trattativa nazionale per i rinnovi contrattuali e i suoi rappresentanti si sono distinti negli ultimi mesi con un atteggiamento particolarmente spregiudicato nel tentativo di ridurre diritti e tutele. Legacoop rappresenta inoltre alcune delle principali imprese cooperative interessate dallo sciopero.

A Modena lo sciopero interessa circa 8.000 lavoratori distribuiti nelle varie realtà tra cui importanti imprese della ristorazione collettiva come Cir, Elior e Camst, aziende multiservizi come Manutencoop, Dussmann, CoopSerivce e Copma, e le agenzie di viaggio.
A Modena, come in molte realtà dell’Emilia Romagna è già in atto da fine marzo il blocco della flessibilità, degli straordinari e dei supplementari per raggiungere il rinnovo dei contratti.

Le aziende e le associazioni datoriali persistono nel non rinnovare i contratti nazionali di lavoro proponendo soluzioni irricevibili sia sul piano economico che normativo.
I sindacati e i lavoratori sono stanchi di leggere sui siti delle aziende quanto dichiarino di essere corrette e attente al valore sociale del lavoro e di come siano rispettose dei propri dipendenti; parole che suonano come enunciazioni senza fondamento, spesso prodotte al solo fine di ottenere la certificazione necessaria per partecipare alle gare di concessione/appalto. A sindacato stanno valutando in tal senso di avviare una campagna vertenziale capillare sul territorio per accertare la correttezza delle Certificazioni SA 8000, dei Codici Etici e dei Bilanci Sociali.

Anche a Modena vi sono imprese che pur chiudendo i bilanci in attivo, quando si ritrovano al tavolo di trattativa continuano ad affermare che l’aumento contrattuale, stante il permanere della crisi, non è nelle loro disponibilità.
Le lavoratrici e i lavoratori di questi settori meritano rispetto e dignità! Il rinnovo dei Contratti Nazionali di lavoro è il primo e indispensabile passo per ripristinare tali condizioni.

Filcams/Cgil Modena

Fisascat/Cisl Emilia Centrale

Uiltucs/Uil Modena e Reggio Emilia

Uiltrasporti/Uil Modena

FOTO Gallery presidio lavoratrici ristorazione collettiva-pulizie c-o Legacoop Modena per rivendicare rinnovo CCNL 30 maggio 2017

Rinnovo contratto nazionale ristorazione collettiva-pulizie, www.tvqui.it

 

#SiamoDoveSei

Sciopero MUTISERVIZI e TURISMO in provincia di MODENA - 30 maggio 2017

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top