CGIL Modena

SCIOPERO SCUOLA-UNIVERSITÀ-RICERCA-AFAM-FORMAZIONE PROFESSIONALE, MERCOLEDÌ 18 MARZO

Modena, 16 marzo 2009

 

 

 

 

Sciopero nazionale per l’intera giornata di lavoro proclamato dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza FLC/CGIL, mercoledì 18 marzo 2009 contro il tentativo del Governo di distruggere Scuola, Formazione professionale, Università, Ricerca e Afam (istituti musicali).

Con la Legge 133/08 e la legge Finanziaria 2009 sono stati previsti tagli insostenibili al sistema dell’istruzione e della formazione, con un attacco senza precedenti ai lavoratori e alle lavoratrici, a partire dai precari che dal prossimo anno scolastico potrebbero rimanere disoccupati.

Dopo gli scioperi unitari del 30 ottobre e del 14 novembre, la FLC/CGIL continua la sua azione di lotta contro i tagli all’istruzione pubblica, per la difesa del lavoro e per dare dignità alla condizione delle persone.

In particolare con lo sciopero di mercoledì 18 marzo – che a Modena si salda con lo sciopero provinciale di 4 ore la mattina anche di altri lavoratori dei settori privati – la FLC/CGIL chiede l’immediato ripristino delle risorse tagliate con la legge 133/08, e l’apertura di un tavolo interministeriale sul precariato per evitare i licenziamenti dal prossimo anno scolastico di oltre 30.000 lavoratori (24.docenti e 7.000 Ata) e procedere al contrario con stabilizzazioni e estensione degli ammortizzatori sociali.

La FLC/CGIL rivendica inoltre il ritiro dei provvedimenti Brunetta sulla malattia, il ritiro del disegno di legge Aprea (che modifica lo status giuridico dei docenti, abolisce la RSU di istituto, introduce l’albo professionale regionale da cui a discrezione del dirigente d’istituto sarà possibile l’immissione in ruolo almeno del 50% del personale, prevede la privatizzazione delle scuole), la difesa del diritto di sciopero e il ritiro del disegno di legge Sacconi, la definizione di regole democratiche sulla rappresentanza sindacale prevedendo il voto dei lavoratori su tutti gli accordi.

Si chiede inoltre che vengano ripianati i crediti che le scuole delle regioni del Nord (tra cui l’Emilia-Romagna) vantano verso il Ministero, affinché siano garantite risorse adeguate per il funzionamento delle scuole, la nomina dei supplenti, l’acquisto di materiali.

 

Per dare voce ai precari di scuola-università-istituti musicali (Afam), oltre allo sciopero del 18 marzo, la FLC/CGIL di Modena promuove venerdì pomeriggio 20 marzo alle ore 17 presso la sede di piazza Ciattadella 36, un forum sulle problematiche legate a stabilizzazioni, graduatorie ad esaurimento e immissioni in ruolo. Sarà avviata la raccolta firme a sostegno delle richieste della CGIL.

 adesione-rete-studenti-medi-sciopero-18309

image_printStampa
Iscriviti alla Newsletter della Cgil di Modena
Taggato con:
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top