Imu e anziani in casa di riposo

Basta prese in giro nei confronti degli anziani, soprattutto di quelli che sono costretti a vivere nelle case di riposo perché non autosufficienti.

Il governo dica la verità ovvero che ha bisogno di fare cassa e che per farlo è disposta a mettere le mani nelle tasche delle persone più deboli”.

Così il Segretario generale Spi-Cgil Carla Cantone replica alle dichiarazioni del relatore al dl fiscale in merito all’Imu per le case degli anziani ricoverati nelle strutture residenziali.

 

E’ profondamente errata e irrispettosa – ha continuato Cantone – l’affermazione secondo la quale gli sgravi per queste specifiche situazioni spingerebbero i familiari a mettere gli anziani nelle case di riposo. Non ci si dimentichi che le rette per queste strutture sono altissime e che spesso i familiari contribuiscono al loro pagamento perché gli anziani non ce la fanno con la poca pensione che ricevono”.

 

Bisogna assolutamente risolvere quella che è una questione di civiltà – ha concluso il Segretario generale Spi-Cgil – ed è giunta l’ora che anche i comuni battano un colpo visto che sarà demandata a loro l’applicazione delle norme sull’Imu”.

 

Roma, 13.4.2012

 

Ultima ora
Archivi
Argomenti