1

TEST SIEROLOGICI: A COSA SERVONO E CHE TIPO DI RISPOSTA CI DANNO

— Aggiornamento 8 giugno 2020 —

IMPORTANTE – La Regione Emilia-Romagna ha modificato le procedure in essere al 28 maggio 2020. In seguito alle nostre verifiche sulle novità introdotte abbiamo provveduto ad aggiornare il volantino alla luce delle nuove indicazioni della Regione Emilia-Romagna.

Invitiamo tutti gli interessati a tenere in considerazione queste ultime indicazioni e, come sempre, provvederemo ad aggiornarle qualora subentrassero delle novità.

  • Scarica e leggi il volantino (aggiornato al 8/6/2020, formato pdf) per approfondire le possibili dinamiche che si possono innescare a fronte di richieste per parte aziendale di effettuare il test sierologici in presenza di esiti positivi all’esame stesso

Test sierologici: a cosa servono e che tipo di risposta ci danno - 8/6/2020

 

— Aggiornamento 28 maggio 2020 —

I test sierologici sono basati sull’analisi di un campione di sangue ed individuano l’eventuale presenza nel sangue di anticorpi creati dal nostro organismo per combattere il SARS-CoV-2. Misurano quindi la presenza di agenti che hanno combattuto il virus e la positività del test significa solo che un soggetto ha già avuto l’infezione, ma non necessariamente che la malattia sia ancora in corso.

Per questo motivo la positività del test non è automaticamente indice di malattia in corso. Per verificare se l’infezione è ancora in corso occorre effettuare un tampone naso-faringeo.

  • IMPORTANTEIl volantino aggiornato al 28/5/2020, per approfondire le possibili dinamiche che si possono innescare a fronte di richieste per parte aziendale di effettuare il test sierologici in presenza di esiti positivi all’esame stesso, è stato rimosso in quanto superato dalle nuove procedure definite dalla Regione Emilia-Romagna

 

Visita anche la pagina del Dipartimento Salute e Sicurezza della Cgil