CGIL Modena

TI FACCIAMO LO SPID! COMPLETATA L’ATTIVAZIONE DI NUOVI SPORTELLI DI FEDERCONSUMATORI E SPI CGIL. ORA SIAMO PRESENTI IN 28 COMUNI DELLA PROVINCIA DI MODENA

Sportelli convenzionati per il rilascio dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) - Spi Cgil e Federconsumatori Modena

Cresce ancora la Campagna di Federconsumatori e SPI CGIL per contrastare il digital divide. Sono 69 volontari delle due associazioni attivi presso 34 sportelli, dislocati in 28 comuni della provincia. Gli 11 nuovi sportelli, aperti in ottobre, si trovano nei comuni di Castelnuovo, Castelvetro, Guiglia, Marano s/P, Maranello, Montese, Piumazzo, San Cesario, Savignano, Spilamberto e Zocca.

L’attività è resa possibile grazie alla convenzione sottoscritta tra Federconsumatori Emilia Romagna e Lepida. Una attività che ha consentito ad oggi di attivare oltre 900 SPID a cittadine e cittadini della nostra provincia.

Sono ancora tante le persone che non hanno lo SPID. A livello nazionale sono ormai 25 milioni gli uomini e donne maggiorenni che lo hanno ottenuto, sui circa 50 milioni di aventi diritto. Federconsumatori e SPI considerano questa una attività politica; non è accettabile che una parte rilevante della popolazione, in particolare gli anziani, siano esclusi da rilevanti informazioni e da altrettanto rilevanti diritti. Il divario digitale rischia di creare una condizione inaccettabile per milioni di persone, limitando l’accesso ai servizi pubblici, e non solo, per chi non possiede strumenti e conoscenze.

Ricordiamo che l’attività è prevista esclusivamente su prenotazione (chiamare lo 059.3261009 dalle 9 alle 12, dal lunedì al venerdì), ed è a titolo gratuito; in caso di un alto numero di richieste sarà data priorità agli iscritti Federconsumatori e CGIL.

Federconsumatori Provincia di Modena APS
SPI CGIL Modena

Modena, 29/10/2021

image_printStampa
RELATED ARTICLES
Cgil informa
terremoto 2012 bassa modenese
alluvione modenese gennaio 2014
Coordinamento esodati Cgil Modena
Utilità funzionatri e dipendenti Cgil Modena

Back to Top