CGIL Modena

VERTENZA SETA: LA FILT/CGIL RIBADISCE LE SUE RAGIONI PER CONTINUARE A CONTRATTARE CON L’AZIENDA

Autobus Seta

Non siamo interessati a fare polemiche sulla stampa come qualcuno ha fatto nei giorni scorsi mistificando la posizione assunta dalla Filt-Cgil e asserendo anche delle vere e proprie falsità nei riguardi di questa organizzazione sindacale dicendo che facciamo accordi sottobanco con la dirigenza Seta. Semmai chi ha fatto tali affermazioni si troverà chiamato a risponderne davanti alle sedi competenti.
Fatti e non chiacchiere. Noi siamo interessati più ai primi che alle seconde, perché siamo un sindacato che tutela e prova a costruire diritti e migliori condizioni per i lavoratori attraverso la contrattazione.
E questo abbiamo fatto nell’arco delle ultime due settimane. Abbiamo fatto contrattazione riaprendo tutti i punti della vertenza e iniziando a risolverne alcuni e portando a casa dei risultati effettivi per i dipendenti di Seta.
Dopo avere ottenuto la riapertura del tavolo contrattuale con Seta abbiamo affrontato la discussione nel dettaglio nei giorni 5 e 12 dicembre. Il 5 dicembre erano presenti anche gli altri sindacati ma non hanno voluto discutere di nulla perché il “titolo” dell’incontro era sbagliato, ovvero recitava la dicitura “armonizzazione contrattuale” e non “vertenza”. Al netto della questione di forma che lasciamo ad altri, ci chiediamo come si può pensare di risolvere una vertenza se non si discute e si contratta con la direzione aziendale? Lasciamo ad altri l’onere della risposta.
La Filt-Cgil tenacemente ritiene di affrontare e approfondire il tema della vertenza e delle condizioni di lavoro delle persone e le differenze di trattamenti tra i lavoratori. Dopo due giornate di discussione serrata possiamo dire di avere migliorato le condizioni dei nuovi assunti anticipando di due anni il riconoscimento del livello contrattuale con un incremento netto della retribuzione di circa 115 euro medi mensili, annullamento e superamento delle doppie residenze che l’azienda aveva impropriamente attivato con i nuovi assunti, premio di risultato riconosciuto per l’anno 2017 a circa il 95% dei dipendenti e sino a un massimo di 1.200 euro (secondo i parametri indicati), nessun effetto delle sanzioni disciplinari ai fini del computo del premio, riapertura delle relazioni industriali e convocazione dei tavoli di bacino (Modena, Reggio, Piacenza) per le altre questioni peculiari aperte della vertenza (ad esempio, sanzioni disciplinari,corretta applicazione CCNL, applicazione degli accordi esistenti sui bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza).
In tutto questo e nonostante le dichiarazioni di qualcuno sulla stampa e attraverso i media, non abbiamo mai dimenticato e perso di vista i temi unitari che anzi abbiamo trattato nel solco tracciato insieme alle altre sigle sindacali sino a due settimane fa. Poi qualcuno deve avere cambiato idea, evidentemente con altri interessi, di cui renderà conto ai lavoratori. In entrambi i verbali di incontro del 5 e del 12 dicembre infatti il riferimento che abbiamo tenuto costante e sempre presente sono i temi della vertenza, richiamati anche nel testo dei verbali e che sempre hanno guidato la nostra azione e che ad oggi possiamo dire di avere finalmente iniziato a risolvere. Altri non possono dire le stesse cose.

Questi sono risultati. Questi sono fatti. Questa è contrattazione. Queste sono relazioni sindacali che si riaprono con un’azienda dopo mesi. Noi abbiamo tutta l’intenzione di proseguire nel confronto al fine di risolvere tutte le altre questioni sul tavolo e portare a casa un accordo che tuteli al meglio tutti i lavoratori di Seta sui tre bacini di Modena, Reggio e Piacenza, anche per arrivare tutti insieme più forti e più tutelati in previsione delle future gare Consip per gli affidamenti dei servizi di trasporto pubblico previste per fine 2018/inizio 2019, a cui Seta si dovrà presentare con un assetto solido e chiaro e i lavoratori, auspichiamo, con un contratto unico armonizzato e con una vertenza finalmente risolta.

Segreteria regionale Filt/Cgil ER
Segreterie territoriali Filt/Cgil Modena, Reggio Emilia e Piacenza

 

Modena, 15 dicembre 2017

 

image_printStampa
RELATED ARTICLES

Back to Top