SPILAMBERTO, INCONTRO SUI SERVIZI PER DIVERSAMENTE ABILI.BONACCINI (FP/CGIL): “NECESSARIO RAFFORZARE IL CONFRONTO FRA ISTITUZIONI E SINDACATI”

11 Mar 2010

Spilamberto, 11 marzo 2010

 

 

 

E’ stato molto partecipato, l’incontro dello scorso 6 marzo a Spilamberto promosso dai sindacati FP/Cgil e Fiadel sul futuro dei servizi per cittadini diversamente abili nel distretto di Vignola (foto in allegato).

Sindacati, operatori del settore, utenti ed istituzioni hanno dibattuto su come mantenere alto il livello qualitativo di questi servizi, che rappresentano la principale occasione di inclusione sociale di una fascia di soggetti particolarmente deboli.

Molto numerosi i contributi da parte degli intervenuti, fra i quali, Daria Denti sindaco di Vignola ed assessore servizi sociosanitari Unione Terre di Castelli, e Mauro Salici presidente dell’Azienda Servizi alla Persona “G. Gasparini”.

Il segretario provinciale della Fp/Cgil Marco Bonaccini è intervenuto affermano che “in un momento in cui la grave crisi economica sta mettendo in grande difficoltà gli enti locali, che debbono soddisfare maggiori richieste con minori risorse a disposizione, è necessario che ognuno faccia la propria parte”.

“Alla Regione dovremo chiedere di integrare alcune parti della recente legge sull’accreditamento – ha aggiunto – e anche i Comuni dovranno assumersi le proprie responsabilità, evitando la tentazione di recuperare risorse tagliando sul personale e quindi, inevitabilmente, abbassando la quantità e la qualità delle attività svolte per sostenere i cittadini con diverse abilità”.

“Purtroppo il fatto che il Governo abbia di nuovo lasciato desolatamente vuoto il Fondo nazionale per la non autosufficienza – ha spiegato Bonaccini – lascia sole le autonomie locali nel rispondere ad esigenze di primaria importanza”.

I sindacati chiedono dunque di rafforzare nei prossimi mesi il confronto tra istituzioni e parti sociali per investire al meglio le risorse del Fondo Regionale ed evitare che l’applicazione di nuove leggi in un momento di grave crisi economico-finanziaria abbia l’effetto di abbassare il livello di protezione sociale, che (insieme a salario e fisco) rappresenta una fetta importante del reddito di lavoratori e pensionati. 

Anna Paragliola Fp/Cgil Vignola al microfono
Anna Paragliola Fp/Cgil Vignola al microfono

 

DSCF5111

 

DSCF5110

 

in piedi il segretario della Fp/Cgil di Modena Marco Bonaccini
in piedi il segretario della Fp/Cgil di Modena Marco Bonaccini

 

 

 

 

 

 

 

Spilamberto, 4 marzo 2010

INCONTRO SUL FUTURO DEI SERVIZI PER DISABILI A SPILAMBERTO SABATO 6 MARZO 

E’ in programma sabato 6 marzo la mattina presso lo Spazio Eventi “Famigli” di Spilamberto (viale Rimembranze 19) il confronto sulle prospettive future dei servizi dedicati ai cittadini diversamente abili del distretto vignolese, promosso dai sindacati di categoria Fp/Cgil e Fiadel e dai rappresentati dei lavoratori dei centri per disabili.

Partecipano al dibattito, Mauro Salici presidente dell’Asp “Giorgio Gasparini”, Francesco Lamandini presidente Unione Terre dei Castelli e sindaco di Spilamberto, Daria Denti sindaco di Vignola e assessore alla governance Socio-Sanitaria Unione Terre dei Castelli e la dottoressa Maria Rita Napolitano della Cooperativa Sociale Gulliver.

La prossima applicazione della legge regionale per l’accreditamento delle strutture  – che riguarderà i tre centri socio riabilitativi diurni “I Portici” di Vignola, “I Tigli” di Savignano sul Panaro, “Le Querce” di Castelnuovo Rangone – cade infatti in un momento di carenza di risorse dovuta alla grave crisi economica ed alle scelte del Governo che penalizzano gli enti locali.

“Il rischio è quello di un brusco abbassamento dell’elevata qualità di questi servizi nel distretto vignolese, qualità frutto di lungimiranti scelte fatte da tempo in questi servizi” affermano Anna Paragliola della Fp/Cgil e Paola Santi del sindacato Fiadel.

I sindacati non nascondono nemmeno una preoccupazione dovuta al rischio concreto di perdita di forza lavoro.

L’iniziativa nasce nell’ambito dei un percorso di confronto tra delegati, organizzazioni sindacali e giunte dei Comuni, soci dell’Azienda Servizi alla Persona “Giorgio Gasparini” di Vignola, confronto che si è svolto dal settembre 2009 ad oggi.

“Un confronto che con l’iniziativa di sabato prossimo approda all’esterno – spiegano le sindacaliste Paragliola e Santi – con l’obiettivo di affrontare anche il futuro di altri importanti punti della rete dei servizi socio-sanitari per cittadini diversamente abili, quali il Servizio Inserimento Lavorativo, il Servizio Educativo Domiciliare e il Laboratorio Socio-Occupazionale cASPita.

“Punti nodali – aggiungono le sindacaliste – che concorrono al raggiungimento dell’obiettivo finale rappresentato dall’inclusione sociale dei cittadini diversamente abili, rendendoli protagonisti del proprio progetto di vita al fianco dei propri familiari in un percorso di riconoscimento nella comunità in cui vivono”.

Durante l’incontro di sabato sarà data la parola agli operatori, ai familiari e ai rappresentanti delle istituzioni per lanciare l’idea di una strada comune da percorrere insieme per la difesa dei posti di lavoro, ma soprattutto della professionalità e della qualità del lavoro fin qui svolto, perché questo significa anche difesa dei diritti dei cittadini.

image_print

Articoli correlati

12 Apr 2024 d.lgs. 81/2008

ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO: INCIDENTI, NORMATIVA E RIFLESSIONI

Non si parla spesso dei tanti incidenti che avvengono nell’ambito delle attività di volontariato, della Protezione Civile (PC) e del […]

12 Apr 2024 agenti chimici

GLI AGENTI CHIMICI PERICOLOSI E LA SCELTA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Un utile strumento per migliorare la prevenzione delle conseguenze connesse all’esposizione alle sostanze pericolose, agli agenti chimici pericolosi, è un […]

12 Apr 2024 difendiamo la sanità pubblica

ADESSO BASTA! MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI CGIL E UIL SABATO 20 APRILE A ROMA

Sabato 20 aprile si terrà a Roma una manifestazione nazionale organizzata da Cgil e Uil per rivendicare A Roma il […]