OFFESE SESSISTE SINDACO BORGHI SAN PROSPERO, LA CONDANNA DELLE DONNE SPI CGIL AREA NORD

29 Nov 2023 cgil area nord, coordinamento donne spi, giornata mondiale contro violenza donne, offese sessiste, san prospero, sessismo, sindaco, violenza donne,

Un nutrito gruppo di Comuni dell’Area Nord Modenese, in occasione del 25 Novembre, ha partecipato alla realizzazione di un video per la campagna contro la violenza sulle donne. La descrizione dell’iniziativa afferma: “Uomini comuni, amministratori, politici, medici, persone impegnate nel volontariato, professionisti hanno deciso di “metterci la faccia” ed essere di esempio per gli altri uomini”. Peccato che uno degli amministratori presenti nel video, il sindaco di San Prospero, pochissimi giorni prima, nel corso di una iniziativa pubblica sulla sanità, si sia esibito in un classico siparietto maschilista, facendo commenti ammiccanti sull’aspetto fisico di alcune dottoresse assunte recentemente dall’ospedale di Mirandola.
Non è più possibile pulirsi la coscienza con iniziative che possiamo anche considerare meritevoli, ma che vengono totalmente cancellate dalla leggerezza e inconsapevolezza che gli uomini continuano ad alimentare e che continuano ad essere conniventi con la cultura maschilista.
Non tutti gli uomini, certo, ma quelli che lo fanno sono uomini. E quando a farlo è il rappresentante di un’istituzione, un uomo che dovrebbe essere riconoscente e fiero di avere una posizione che gli dà parola, che gli consente di rivestire a pieno titolo un posto nella società, non è possibile trovare scusanti che possano rendere meno grave l’accaduto.
Il sindaco ha effettivamente chiesto scusa in un successivo video, e troviamo che le sue argomentazioni siano peggiori della frase incriminata. Inizia presentando le scuse al personale sanitario dell’ospedale “siano essi uomini o donne”: è chiaro che gli sfugge la portata discriminatoria e sminuente di ciò che ha detto, e che immaginiamo pensi. Poi continua a definire le sue parole “battuta ironica, sicuramente infelice”, dimostrando di non comprendere che l’ironia ha un valore alto nella comunicazione, a cui non può mai essere ricondotto offendere qualcuno. Il successivo elenco di medagliette da bravo alleato delle donne, a partire dal restauro della panchina rossa, risultano, come scritto prima, annullate da tanta cecità politica.
Il Coordinamento Donne Spi Cgil Area Nord Modenese, insieme al sindacato pensionati Spi/Cgil e alla Cgil Area Nord Modenese, esprime la totale disapprovazione per tali dichiarazioni e condanna qualsiasi forma di discriminazione di genere.
In un’epoca in cui stiamo lottando per l’eliminazione di quel privilegio di genere che rende possibile la violenza contro le donne, dalle molestie al femminicidio, le parole del sindaco sono inaccettabili e non rappresentano i valori della nostra società.
Inoltre, invitiamo tutti i cittadini a unirsi a noi nella lotta contro la discriminazione sessuale e a promuovere l’uguaglianza di genere nelle nostre comunità.

 

Coordinamento Donne Spi Cgil, Spi Cgil e Cgil Area Nord Modenese

 

Mirandola, 29/11/2023

image_print

Articoli correlati

24 Giu 2024 bellco

CRISI MOZARC, AUT AUT DELLA REGIONE A MEDTRONIC E DAVITA:“STOP ALLA FINANZA, SÌ AL RILANCIO. CAMBIATE REGISTRO O SARA’ MOBILITAZIONE SENZA PRECEDENTI”

“Mancano 48 ore alla riunione del tavolo a Bologna e l’assessore regionale alle Attività produttive Vincenzo Colla ha lanciato nel […]

24 Giu 2024 colpa soggettiva datore lavoro

SULL’OBBLIGO DI VIGILANZA DEL DATORE DI LAVORO

Diversi i principi richiamati dalla Corte di Cassazione in questa sentenza e rivenienti da una consolidata giurisprudenza di legittimità in […]

24 Giu 2024 differenze di genere

COME AFFRONTARE UNA VALUTAZIONE DEI RISCHI IN OTTICA DI GENERE?

Se, come segnalato in molti nostri articoli, è lo stesso D.Lgs. 81/2008 a sottolineare la necessità di garantire l’uniformità delle […]