UNIONE DEL SORBARA, AD AGOSTO IL PASSAGGIO DEI SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI IN UNIONE

20 Gen 2023 fp, servizi educativi, servizi scolastici, unione sorbara,

I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl modenesi si esprimono a favore della convenzione approvata nei giorni scorsi dalle Amministrazioni comunali di Castelfranco Emilia, Nonantola, San Cesario, Bomporto e Bastiglia, per centralizzare nell’Unione del Sorbara la gestione dei servizi educativi e scolastici. Si realizza così un servizio integrato per garantire un’offerta sul territorio attraverso una maggiore sinergia di competenze professionali. E’ però importante sottolineare come sia a rischio la gestione comunale del sistema integrato 0-3, con esternalizzazioni sempre più spinte in favore di soggetti privati.
I sindacati pongono quindi l’attenzione sul bisogno di investimenti nel settore e sul riconoscimento della crescita professionale degli educatori attraverso l’applicazione del nuovo contratto collettivo nazionale.
Con le esternalizzazioni dei servizi educativi/scolastici, i ‘costi del personale’ non sono più qualificati come spesa diretta, ma come spesa del servizio in concessione, con un’inevitabile compressione del trattamento economico: chi subentra nel servizio, infatti, spesso applica contratti meno remunerativi, rispetto a quello delle Funzioni Locali, con lavoratrici e lavoratori pagati di meno e con meno diritti rispetto agli educatori comunali.
Chiediamo a queste amministrazioni di indire dei concorsi per educatori, personale ausiliario e coordinatori pedagogici per innescare un’inversione di tendenza, anche in vista degli investimenti previsti dal Pnrr che destinano 4,6 miliardi al Piano asili nido, servizi integrati e scuole di infanzia. Quelli del Pnrr, infatti, sono investimenti volti all’implementazione dell’offerta, non all’incremento dell’occupazione.
Saranno a breve previsti incontri sulle procedure per il conferimento del personale amministrativo ed educativo dei nidi in Unione del Sorbara nel prossimo agosto, al fine di garantire condizioni e tutele necessari per tutte le lavoratrici e i lavoratori. I sindacati si adopereranno affinché il passaggio per tutti i dipendenti sia completamente tutelato sotto il profilo di tutti gli istituti economici, nonché sul piano della valorizzazione delle professionalità e della tutela delle esigenze nel rapporto vita/lavoro esplorando tutte le possibilità, laddove se ne ravvisi la necessità o la effettiva esigibilità.

 

Jessica Tallarida, Fp Cgil Modena
Sabrina Torricelli, Cisl Fp Emilia Centrale
Stefano Bergamini, Uil Fpl Modena

 

Modena, 20/1/2023

image_print

Articoli correlati

24 Giu 2024 bellco

CRISI MOZARC, AUT AUT DELLA REGIONE A MEDTRONIC E DAVITA:“STOP ALLA FINANZA, SÌ AL RILANCIO. CAMBIATE REGISTRO O SARA’ MOBILITAZIONE SENZA PRECEDENTI”

“Mancano 48 ore alla riunione del tavolo a Bologna e l’assessore regionale alle Attività produttive Vincenzo Colla ha lanciato nel […]

24 Giu 2024 colpa soggettiva datore lavoro

SULL’OBBLIGO DI VIGILANZA DEL DATORE DI LAVORO

Diversi i principi richiamati dalla Corte di Cassazione in questa sentenza e rivenienti da una consolidata giurisprudenza di legittimità in […]

24 Giu 2024 differenze di genere

COME AFFRONTARE UNA VALUTAZIONE DEI RISCHI IN OTTICA DI GENERE?

Se, come segnalato in molti nostri articoli, è lo stesso D.Lgs. 81/2008 a sottolineare la necessità di garantire l’uniformità delle […]