VERTENZA PAM PANORAMA SASSUOLO, SOLIDARIETA’ E IMPEGNO ANCHE DELLA POLITICA LOCALE

17 Mag 2022 crisi aziendale, esuberi, filcams, forze politiche, incontro, licenziamenti, pam panorama, sassuolo, vertenza,

Ieri si è tenuto l’incontro con i partiti politici del distretto ceramico sulla vertenza Pam Panorama Sassuolo.
L’incontro è avvenuto su richiesta solo di Cgil e Filcams Cgil per informare i partiti sullo stato della trattativa che ha visto Pam Panorama dichiarare 255 esuberi a livello nazionale, di cui 16 nel punto vendita di Sassuolo. Erano presenti anche i delegati Cgil di Pam Panorama per portare le istanze e le preoccupazione di tutti i colleghi.
Hanno partecipato all’incontro i rappresentanti di Pd, Articolo 1 e Rifondazione Comunista, mentre Forza Italia, pur non potendo partecipare per impegni improrogabili, si è resa disponibile per un incontro nei prossimi giorni. Le altre forze politiche non hanno risposto all’invito.
“Nell’incontro, oltre a esplicitare le difficoltà della trattativa – afferma Cinzia Pinton della Filcams Cgil – abbiamo sollevato il tema della tempistica della procedura dei licenziamenti collettivi, in quanto sono già trascorsi i 45 giorni della fase sindacale e ad oggi rimangono solo i 30 giorni della fase amministrativa da svolgere presso il Ministero”.
In questi giorni si sono svolti alcuni incontri con la direzione aziendale sia a livello nazionale che a livello locale, che purtroppo non hanno visto un cambio di impostazione da parte dell’azienda. E’ stata infatti confermata la volontà di licenziare in tempi rapidi i lavoratori dichiarati in esubero.
“Ciò determinerà tra un mese – afferma Fabrizio Sponza delegato Filcams Cgil – la perdita del posto di lavoro per 16 lavoratrici e lavoratori con gravi ripercussioni sul piano familiare, in particolare per le famiglie monoreddito, e per la contrazione dell’occupazione femminile”.
Le preoccupazioni dei lavoratori e della Filcams Cgil sono state condivise e fatte proprie dalle forze politiche che, oltre a dare solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici, hanno dichiarato di mettersi a disposizione per sostenere la vertenza al fine di preservare tutti i posti di lavoro.
I partiti hanno condiviso la posizione sindacale, espressa anche dai delegati sul palco del 1° Maggio a Sassuolo, che la perdita anche di un solo posto di lavoro indebolisce e impoverisce tutta la comunità.

Sassuolo, 17 maggio 2022

 

In FOTO lo sciopero del 14 aprile 2022

 

image_print

Articoli correlati

14 Giu 2024 bellco

VERTENZA MOZARC BELLCO MIRANDOLA, “GIU’ LE MANI DAL BIOMEDICALE!” DOMANI 15 GIUGNO GRANDE CORTEO PER LE VIE CITTADINE

Si annuncia imponente il corteo per le vie cittadine di Mirandola promosso dai sindacati Cgil e Cisl insieme ai sindacati […]

14 Giu 2024 cgil

SPI MO’, RIPARTE LA TRASMISSIONE DEL SINDACATO SU TRC CON LA NOVITA’ OPEN CGIL

Prosegue anche per il 2024 la trasmissione Spi Mo’ del sindacato pensionati Spi Cgil Modena dedicata ai problemi e agli […]

13 Giu 2024 crisi

STELLANTIS. OREGGIA (FIOM): NESSUNA GARANZIA PER MODENA E CENTO. NECESSARIO UN PIANO STRATEGICO PER GLI STABILIMENTI ITALIANI

“Nell’incontro di oggi tenutosi al Mimit con la partecipazione del Ministro Urso, purtroppo si confermano tutte le preoccupazioni che come […]