CRISI MOZARC BELLCO, PRIMA MARCIA INDIETRO DELL’AZIENDA. “MERITO DELLA STRAORDINARIA MOBILITAZIONE. ORA CONTROLLO CONTINUO, PRONTI A RIPRENDERE LA LOTTA”

19 Giu 2024 bellco, confindustria, crisi aziendale, filctem, licenziamenti, mozarc bellco,

“E’ successo qualcosa di straordinario, di mai visto prima in questo territorio: una settimana fa avevamo una promessa di licenziamento, sette giorni dopo la multinazionale statunitense ha tolto la minaccia di cancellare posti di lavoro. Il merito è del coraggio delle lavoratrici e dei lavoratori Mozarc Bellco, protagonisti di una mobilitazione rapida, efficace e che ha saputo parlare al cuore di tutto il territorio, alle sue Istituzioni, alle imprese dell’indotto e ai cittadini di un intero distretto. Sì, il cammino sarà ancora lungo ma ora lo possiamo affrontare ad armi pari, avendo dimostrato che Bellco non è solo un’azienda, ma l’anima di un successo industriale che porta Mirandola e l’Emilia-Romagna nel mondo. E quell’anima sta con chi lavora”.

Così i Segretari generali di Cgil Modena (Daniele Dieci) e Cisl Emilia Centrale (Rosamaria Papaleo) commentano l’esito del summit in Confindustria richiesto dalla multinazionale e terminato, dopo oltre quattro ore di confronto senza sconti, con “la disponibilità a non intraprendere azioni unilateraliprima del tavolo regionale in programma il prossimo 26 giugno e “confermando la volontà di esplorare tutte le possibili soluzioni per gestire la situazione”.
Sono le formule scritte nella nota stampa rilasciata da Mozarc e fortemente pretesa dalle organizzazioni sindacali.

MOZARC FERMATA DAL SUCCESSO DELLA PROTESTA
L’azienda, quindi, ha aperto ad un percorso per tutelare l’occupazione e tutti gli asset di questo stabilimento.
“E’ un primo passo prodotto, per stessa ammissione di Mozarc, dal successo della mobilitazione e delle iniziative che hanno portato non solo l’onda lunga e bellissima della solidarietà, ma obiettivi misurabili e ottenuti a tempo di record – spiegano Lisa Vincenzi (Filctem Cgil Modena) e Alberto Suffritti (Femca Cisl Emilia Centrale), sindacalisti, speaker e coordinatori in questi giorni di sciopero – meno di 48 ore dopo l’inizio dello sciopero Governo e Regione avevano già fissato i due tavoli con sindacati e azienda, più di duemila persone hanno portato nel cuore di Mirandola la più grande manifestazione sindacale degli ultimi vent’anni. Un’intera comunità ha risposto al nostro appello, trasformando questa vicenda in un fatto nazionale, mentre la proprietà contava sull’esatto contrario”.

PROSEGUE IL PRESIDIO, SI FERMA LO SCIOPERO
Il risultato del tavolo in Confindustria è stato portato in discussione nell’affollata assemblea con tutti i lavoratori, riuniti nel piazzale dell’azienda e con oltre 130 persone collegate in streaming.
La decisione presa a schiacciante maggioranza è stata quella di proseguire con il presidio davanti ai cancelli aziendali almeno fino al 9 luglio, giorno del tavolo convocato a Roma dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Da domani, giovedì 20 giugno, il personale tornerà al lavoro.
“L’esito dell’assemblea è stato più che netto su questo punto: Mozarc sarà sottoposta ad un controllo continuo, non saranno tollerati colpi bassi e in tal caso lo sciopero e la paralisi produttiva riprenderanno immediatamente. Oggi abbiamo vinto una battaglia ma non la guerra, dobbiamo essere chiari. Il confronto sarà ancora lungo, lotteremo per dimostrare che qui c’è un futuro industriale, sbarrando la porta a manovre speculative. La prossima tappa sarà il tavolo del 26 giugno in Regione e Mozarc deve sapere che saremo in grado di riprendere immediatamente la mobilitazione”, evidenziano Filctem Cgil e Femca Cisl.

Intanto, si annuncia una presenza massiccia a Bologna, sotto al palazzo della Regione Emilia-Romagna, il prossimo 26 giugno.

Servizio del Tg Trc Modena, edizione delle ore 19.30 del 19/6/2024

Servizio del Tg Tv Qui Modena, edizione del 19/6/2024

Servizio del Tg Tv Qui Modena, edizione del 19/6/2024

Il presidio davanti alla sede di Confindustria Modena

La delegazione trattante

image_print

Articoli correlati

18 Lug 2024 autonomia differenziata

CONTRO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA: UNA FIRMA PER L’ITALIA. UNITA LIBERA GIUSTA

“Contro l’autonomia differenziata: una firma per l’Italia. Unita libera giusta”. Con questo slogan si apre ufficialmente anche a Modena sabato […]

18 Lug 2024 caldo

CANTIERI EDILI, FILLEA CGIL: FERMARE ATTIVITA’ CON IL CALDO ESTREMO, APPELLO A MEDIA IMPRESE E COMMITTENTI

“Mai come in questi giorni bisogna interrompere le attività nelle ore più calde in tutti i cantieri. Per questo rivolgiamo […]

18 Lug 2024 cgil

LA CGIL PARTECIPA AI DIBATTITI ALLA FESTA PD DI ALBARETO

Nell’ambito delle iniziative alla Festa Pd di Albareto, che si apre oggi (e sino a domenica 21 luglio), sono previste […]