SANITÀ PUBBLICA: RIPARTONO LE STABILIZZAZIONI…MA NON SOLO

24 Gen 2020 ausl, fp, ospedale baggiovara, ospedale policlinico, regione emilia romagna, sanità, stabilizzazione,

Dopo il confronto sindacale dei giorni scorsi riparte la stabilizzazione dei precari nella sanità pubblica grazie all’intesa tra Regione Emilia Romagna e Cgil Cisl Uil all’interno delle linee guida del Patto per il Lavoro che permetterà al personale sanitario che ha tre anni di anzianità a tempo determinato maturati al 31 dicembre 2019, di aspirare ad avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

La Finanziaria ed il decreto Milleproroghe infatti hanno aggiornato i termini di decorrenza e maturazione dei requisiti utili per la stabilizzazione sulla base del percorso previsto dal Decreto legislativo 75/2017 dell’allora ministra Madia.

“L’intesa ha l’obiettivo qualificante di realizzare politiche occupazionali dirette a favorire l’acquisizione di condizioni lavorative continuative e stabili – dichiarano Marco Blanzieri Fp Cgil, Davide Battini Cisl Fp e Paolo Palmarini Uil Fpl – che contribuiscano alla qualità della vita dei lavoratori e al contrasto delle forme di precarizzazione del lavoro, oltre che di migliorare la qualità dei servizi garantendo il mantenimento in servizio di persone che hanno acquisito esperienza e competenze nel nostro servizio sanitario regionale”.

Dopo le elezioni continuerà il confronto sindacale con la Fp Cgil, la Cisl Fp e la Uil Fpl per la messa in opera delle procedure aziendali finalizzate a stabilizzare i precari. L’invito è pertanto, a coloro che volessero verificare il possesso dei requisiti a contattarci per un controllo e per informarsi sulle procedure.

“Stiamo proseguendo il confronto a seguito dell’accordo regionale del 26 novembre – concludono Blanzieri, Battini e Palmarini – per dare maggiore risorse al comparto, garantire i processi di verticalizzazione con procedure selettive interne e strutturare il lavoro agile come misura di conciliazione”.
A livello locale, i responsabili dei sindacati della sanità Alessandro De Nicola (Fp Cgil), Patrizia De Cosimo (Cisl Fp) e Nicola Maria Russo (Uil Fpl) annunciano che hanno già chiesto alle aziende sanitarie modenesi di avviare immediatamente il confronto per verificare i possibili aventi diritto alla stabilizzazione in Ausl, Policlinico e Baggiovara anche per garantire la proroga di questi contratti.

 

Bologna-Modena, 24.1.2020

image_print

Articoli correlati

18 Lug 2024 autonomia differenziata

CONTRO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA: UNA FIRMA PER L’ITALIA. UNITA LIBERA GIUSTA

“Contro l’autonomia differenziata: una firma per l’Italia. Unita libera giusta”. Con questo slogan si apre ufficialmente anche a Modena sabato […]

18 Lug 2024 caldo

CANTIERI EDILI, FILLEA CGIL: FERMARE ATTIVITA’ CON IL CALDO ESTREMO, APPELLO A MEDIA IMPRESE E COMMITTENTI

“Mai come in questi giorni bisogna interrompere le attività nelle ore più calde in tutti i cantieri. Per questo rivolgiamo […]

18 Lug 2024 cgil

LA CGIL PARTECIPA AI DIBATTITI ALLA FESTA PD DI ALBARETO

Nell’ambito delle iniziative alla Festa Pd di Albareto, che si apre oggi (e sino a domenica 21 luglio), sono previste […]