8 MARZO 2024, TANTE INIZIATIVE A MODENA E PROVINCIA

04 Mar 2024 8 marzo, cgil, festa donna, giornata internazionale della donna, iniziative, modena, spi,

Tante le iniziative per l’8 marzo, Festa internazionale della Donna, promosse dalla Cgil e dal sindacato pensionati Spi Cgil, insieme ad altre associazioni e alle istituzioni locali.
Conferenze, dibattiti, proiezioni di film, presentazione di libri, maratona di poesie, riflessioni e letture, concerti, musiche, canti e danze, e altro ancora nelle occasioni di incontro da fine febbraio ai prossimi giorni.
Si affrontano i temi dell’occupazione femminile, la disparità di genere, il contrasto ai femminicidi e la lotta alla violenza contro le donne, le iniziative delle donne per la pace, il ruolo della donna nella società e nella politica, il femminismo utile anche agli uomini.

Quale occupazione per le donne?” è l’incontro del 6 marzo alle ore 9 alla sala Paganelli di Palazzo Europa (via Emilia Ovest,101) con Linda Laura Sabbadini (dirigente Istat), Roberta Mori (consigliera Regione Emilia Romagna), Valeria Moscardino (consigliera Parità Provincia di Modena) e l’intervento di tre delegate sindacali di Cgil, Cisl e Uil. Coordina i lavori Francesca Arena (coordinatrice Donne Uil modena e Reggio Emilia). Partecipano ai lavori Rosamaria Papaleo segretaria Cisl Emilia Centrale e Aurora Ferrari segreteria Cgil Modena. Un incontro per parlare della situazione delle donne nel mercato del lavoro, delle condizioni di disparità nell’accesso, della difficoltà di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, oltre alle differenze retributive (a causa di sotto inquadramenti e part time involontari) e alle maggiori difficoltà nella carriera.

Venerdì 8 marzo presentazione del libro di Anarkikka “Non chiamatelo raptus” alle ore 17 presso lo Spazio Nuovo (via IV Novembre). Conversano con l’autrice, Paola Vigarani (operatrice Cooperativa Lunenuove) e Jessica Tallarida (funzionaria Fp Cgil Modena). Il tema è ovviamente quello della violenza sulle donne da parte degli uomini, e del cambiamento possibile a cominciare dall’educazione dei bambini e delle bambine, delle giovani generazioni, nelle scuole e fuori dalle scuole, per le strade, in casa, in tutti i luoghi di comunità. Perché ogni femminicidio, oltre a essere una tragedia per la vittima e per la sua famiglia, è una sconfitta della società e dello Stato.
Stefania Spanò, in arte Anarkikka, è autrice, vignettista, illustratrice, femminista. Organizza campagne sociali, in particolare contro la violenza di genere, attraverso l’ideazione e la realizzazione di slogan, loghi, illustrazioni, manifesti e video.

Sempre venerdì 8 marzo, dalle ore 14.30 alle 17.30 in piazza Grande a Modena “Fiorisce la pace. Cessate il fuoco immediato”, maratona non stop di poesie, riflessioni e letture. Promosso da Cgil, Cisl e sindacati pensionati insieme a numerose associazioni del territorio, e con il patrocinio del Comune di Modena.
La mattina dell’8 marzo (ore 9.30-12) presso gli Orti Sociali di San Faustino (via L.Da Vinci,158) incontro “Le donne per la pace” con Alfonsina Rinaldi già sindaca di Modena e componente Direttivo Spi Cgil. Silvia Cantoni accompagnata da Davide Barbieri allieterà il pubblico con le sue canzoni. Al termine rinfresco e mimose per tutte! Ingresso gratuito ad offerta libera.

Mercoledì 6 marzo al cinema Bristol di Savignano sul Panaro, ore 20.30 proiezione del film “Il Popolo delle donne (2023) di Yuri Ancarani, un monologo in cui Marina Valcarenghi, giornalista e attivista, ripercorre le sue esperienze in fatto di disparità di genere. Biglietto d’ingresso a 7 euro. Il ricavato andrà in beneficenza alla Casa delle Donne contro la violenza.

Sabato 9 marzo al teatro La Venere di Savignano sul Panaro (ore 21) il “Gruppo 8 marzo” presenta “Spartiti Letterari: Le donne” con Sara Squarcia, Christian Apicella e Tommaso Marchesini. In apertura i saluti istituzionali. Al termine momenti di dolcezza con “Le torte a teatro”.

Al teatro comunale di Ravarino, venerdì 8 marzo alle ore 20.30 serata “Donne Coraggio Libertà” con al centro la donna con musiche, canti, danze e letture. Ingresso libero.
Sabato 9 marzo la mattina “Camminata della Marianina” aperta a tutti i cittadini. Ritrovo ore 9.30 davanti al palazzetto dello Sport di Ravarino (via Maestra, 175). Percorso di circa 6 km guidato da un walking leader. Organizzata da Spi Cgil e altre associazioni del territorio, in collaborazione con Ausl Modena e Coop Alleanza 3.0. Al termine offerta di una confezione di frutta secchi ai partecipanti.

A Nonatola l’8 marzo appuntamento delle donne dello Spi Cgil: un abbraccio alle donne ucraine che lavorano a Nonatola in segno di solidarietà e amicizia. Scambio di mimose alle ore 14 presso l’ex asilo Mago Marlino (via Volta,5) per dire NO alla guerra di Putin, SI alla pace e al disarmo.

Il 7 marzo, la mattina ore 9-12, durante il mercato settimanale di Vignola, banchetto informativo di Spi Cgi, Auser, Anpi e Centro Età Libera di Vignola (in viale Mazzini), per condividere idee, opinioni e…mimose e per firmare la petizione contro la violenza sulle donne.

Le donne di buon umore” è l’evento dedicato alla festa della donna venerdì 8 marzo alla sala degli specchi del Castello di Guiglia (ore 20.30). Presenta e coordina Roberta Zanantoni assessora Cultura e Pari Opportunità con la partecipazione di Andrea Ferrari. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Mimosa a tutte le donne offerta dalla Spi Cgil.

L’8 marzo a Soliera (ore 20 – Habitat via Berlinguer,201), cena della mimosa con menù a base di pesce e a seguire serata danzante con DJ Matt. Prenotazione obbligatoria entro il 6.3.24 al 331.1127140. Adulti: 32 euro. Bambini gratis fino a 5 anni. Riservato soci Arci e Uisp. Promosso da Spi Cgil, enti e associazioni del territorio.
Sempre a Soliera altre due iniziative presso la sala concerti dello spazio Habitat (via Berlinguer,201) alle ore 17. Domenica 10 marzo concerto a quattro mani con il duo pianistico Brausi-Davolio che eseguiranno musiche di Piazzolla, Rachmaninov e Moscardi. Al termine sarà offerto l’aperitivo con il sostegno di Coop Alleanza 3.0 . Domenica 24 marzo spettacolo teatrale “Non è stato niente” di e con Barbara Corradini, musica di Anna Palumbo. Le serate del 10 e 24 marzo sono promosse da Spi Cgil, Auser, Arci e Fondazione Campori.

A Spilamberto l’8 marzo proiezione del film “Marie Curie” di Maria Noelle dedicato appunto alla vita di Maria Salomea Sklodowska, polacca (1867-1934), conosciuta come Marie Curie, due volte premio Nobel, nel 1903 per la fisica, nel 1911 per la chimica. E’ considerata la madre della fisica moderna. Ore 14 presso il circolo Centro Cittadino (via Tacchini,15/a), ingresso libero e gratuito. Al termine dell’incontro verrà offerto un gradevole rinfresco con omaggio floreale.
Il 4 marzo sempre al circolo di Spilamberto si è svolta l’iniziativa “Le donne nel ‘900 a Spilamberto” a cura di Maria Cristina Vecchi.

Domenica 10 marzo al teatro Facchini di Medolla proiezione alle ore 21 del film di Paola CortellesiC’è ancora domani” (Italia, 2023) con Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea. Il film è ambientato a Roma, metà degli anni ’40. Delia, sposata con Ivano da cui ha avuto tre figli, riveste esclusivamente i ruoli di moglie e madre e tanto basta per definirla. L’intera famiglia è in fermento per il prossimo fidanzamento della primogenita con un bravo ragazzo, proveniente dal ceto borghese. Quando Delia riceve una misteriosa lettera, sarà determinata nel rovesciare quei piani fino ad allora prestabiliti e finalmente immaginare un futuro migliore per la figlia e per se stessa…
L’iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con Spi Cgil e Associazione Donne in Centro è in ricordo di Cosetta Mattioli storica sindacalista e politica della Bassa modenese.

A Concordia domenica 17 marzo presso la sala delle Capriate (via S.Possidonio,1) alle ore 15.30 la compagnia “Le ragazze dell’8 Marzo” presentano “Destino di donna: essere madre?” narrazioni donne di generazioni e culture diverse. Si potrà visitare la mostra fotografica “Legami” del collettivo femminile Fotografi Seriali. Al termine dello spettacolo è previsto il buffet multietnico.
Il 28 febbraio sempre a Concordia si è svolto l’incontro pubblico “L’8 tutto l’anno” promosso da Spi Cgil e Coordinamento donne Spi Cgil Area Nord in collaborazione con il Comune di Concordia con la partecipazione dello scrittore e filosofo femminista Lorenzo Gasparrini che ha dialogato con Dantina Bellelli, componente del direttivo Spi Cgil di Concordia. Introduzione di Judith Pinnock, psicologa e psicoterapeuta, Coordinamento donne Spi Cgil Area Nord, saluto dell’assessora Marika Menozzi. Una chiacchierata su temi come lavoro, educazione, famiglia, femminismo, mascolinità tossica e alleanze tra generi, per analizzare e creare consapevolezza su aspetti e condizioni che possono creare e generare pregiudizi e abitudini sessiste.
Il 29 febbraio Lorenzo Gasparrini ha presentato il suo ultimo libro “I ragazzi possono essere femministi?” alle ragazze e ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado Gasparini. Si tratta di un volume pensato per i ragazzi, che parte dai dubbi e dalle perplessità dei giovani per proporre un’azione ragionata contro la maschilità tossica.

image_print

Articoli correlati

24 Mag 2024 cantieri edili

C’È SICUREZZA NELLE OPERAZIONI DI TRASPORTO NEI CANTIERI SOTTERRANEI?

Come ricordato in molti articoli del nostro giornale, i lavori in sotterraneo possono comportare pericoli elevati per i lavoratori in […]

24 Mag 2024 agenti chimici

AGENTI CHIMICI PERICOLOSI E DPI: VIE RESPIRATORIE, VISO E ARTI SUPERIORI

Quando i rischi lavorativi non sono eliminabili e minacciano la salute e sicurezza dei lavoratori, anche in relazione all’esposizione a […]

24 Mag 2024 appalti

PER IL LAVORO CI METTO LA FIRMA (REFERENDUM POPOLARI 2025): RACCOLTA FIRME IN PROVINCIA DI MODENA

Il lavoro deve essere tutelato perché è un diritto costituzionale. Deve essere sicuro perché di lavoro si deve vivere e non morire. Deve essere dignitoso e […]