ACCORDO SUL PREMIO DI RISULTATO IN IPERCERAMICA DI SASSUOLO, PER IL 2023 IL PREMIO È FISSATO A 2700 EURO

04 Ago 2023 acconto del premio di risultato, accordo aziendale, filcams, premio di risultato, premio produttività, salario variabile,

Oggi si sono svolte le assemblee di lavoratrici e lavoratori di Iperceramica che hanno approvato l’ipotesi di accordo che ha definito, dopo una intensa trattativa, il premio di risultato per il 2023, con erogazione giugno 2024. Iperceramica Italia spa, con sede a Fiorano Modenese, è un’importante realtà del commercio al dettaglio e all’ingrosso di pavimenti, rivestimenti e sanitari per arredo bagno con 86 punti vendita in 19 regioni in Italia e all’estero. A Sassuolo occupa circa 200 lavoratrici e lavoratori e chiude un bilancio di esercizio 2022 con un utile di oltre 4,5 milioni di euro.

Cinzia Pinton e Alessio Festi della Filcams Cgil esprimono soddisfazione per l’esito della trattativa ed affermano che “in un quadro di forte aumento dell’inflazione ed in mancanza del rinnovo del contratto nazionale, un riconoscimento economico di questo tipo rappresenta un fatto importante per la difesa del salario di lavoratrici e lavoratori. Il premio di risultato vede un aumento significativo, pari a 700 euro, della cifra massima raggiungibile, portando l’importo massimo a 2700 euro. Il modello di premio di risultato – proseguono Festi e Pinton – è frutto della condivisione concordata con le organizzazioni sindacali nel 2021. Questa ha già prodotto risultati economici nei precedenti anni e il nostro auspicio è che possa continuare a farlo.

L’ultravigenza del contratto aziendale, in vigore fino al 31 dicembre 2023, e discusso nelle settimane scorse è un altro elemento importante” sostengono Alessandro Martignetti e Domenico Silvano della Fisascat Cisl. “Tale intesa garantisce l’avvio dal mese di settembre delle trattative per il rinnovo del contratto integrativo aziendale”.

Cinzia Pinton e Alessio Festi della Filcams Cgil ribadiscono che “per parte sindacale c’è la comune intenzione insieme alle rappresentanze sindacali aziendali, di rinnovare e migliorare il contratto integrativo vigente attraverso l’estensione di diritti e tutele con una particolare attenzione su tenuta occupazione e salariale, tempi di vita e di lavoro, dignità delle persone, formazione continua e sicurezza.

Lorenzo Tollari della Uiltucs Uil afferma che Lavoratrici e lavoratori contribuiscono al successo ed ai profitti dell’Impresa e accordi di questo tipo rendono tangibile il riconoscimento di sacrifici e fatiche quotidiane delle persone.

Filcams Cgil Modena – Fisascat Cisl Emilia Centrale – Uiltics Uil Modena e Reggio Emilia

Fiorano Modenese, 4/8/2023

image_print

Articoli correlati

12 Giu 2024 bellco

SHOCK A MIRANDOLA: ANNUNCIATA LA CHIUSURA DEI REPARTI PRODUTTIVI DI MOZARC BELLCO. PROTESTA IMMEDIATA

Filctem Cgil e Femca Cisl alzano lo scudo e chiamano in soccorso tutta la Comunità.“Fermiamo insieme questo modo tossico di […]

12 Giu 2024 cgil

L’ENNESIMO FEMMINICIDIO CHE QUESTA VOLTA COLPISCE LA NOSTRA PROVINCIA

La Cgil di Modena esprime il proprio cordoglio per l’ennesimo caso di femminicidio che questa volta ha come sfondo la […]

12 Giu 2024 colpo di calore

CALDO E COLPI DI SOLE, COME TUTELARE I LAVORATORI

L’iniziativa “Caldo estremo, colpi di calore e tutela della salute e sicurezza sul lavoro: prospettive e strategie”. Sono presentati i […]