PART TIME VERTICALE CICLICO: INDENNITÀ UNA TANTUM EURO 550

20 Ott 2022 area diritti, indennità, part time verticale ciclico,

L’articolo 2-bis del decreto legge 17 maggio 2022 n.50, convertito con modificazioni dalla Legge 15 luglio 2022 n.91, ha istituito l’indennità una tantum pari a € 550 per l’anno 2022, dedicata ai lavoratori/trici dipendenti del settore privato con contratto di lavoro part time verticale ciclico.

I requisiti di accesso sono:

  • titolarità di contratto di lavoro dipendente part time ciclico verticale nel 2021;
  • il contratto deve prevedere periodi di interruzione dal lavoro di durata almeno pari a un mese in via continuativa e complessivamente non inferiori a sette settimane e non superiori a venti settimane.

Alla data di presentazione della domanda non essere:

  • titolari di altro rapporto di lavoro dipendente diverso da quello a tempo parziale ciclico verticale;
  • percettori di NASpI (anche se sospesa per attività lavorativa di durata pari o inferiore a 6 mesi);
  • titolari di trattamento pensionistico diretto.

L’indennità è cumulabile con l’assegno ordinario di invalidità, di cui alla legge 12 giugno 1984, n. 222 e con le pensioni indirette/reversibilità a carico di tutte le gestioni e non concorre alla formazione di reddito.


La domanda va presentata per via telematica all’Inps entro il 30 novembre 2022.

Per informazioni e fissare un appuntamento puoi contattarci all’indirizzo e-mail bonuspartime.modena@er.cgil.it


 

 

Indennità una tantum euro 550 part time verticale ciclico

 

image_print

Articoli correlati

21 Giu 2024 calore sul lavoro

LAVORO: COLPO DI CALORE COME INFORTUNIO

Lavorare ad alte temperature, sia all’aperto sotto il sole che in ambienti chiusi può essere pericoloso. Perciò quando si è […]

21 Giu 2024 aggiornamento

INTERPELLO: LA REALTÀ VIRTUALE COME METODO DI APPRENDIMENTO E VERIFICA

Dopo l’ Interpello n. 2/2024 che rispondeva ad un quesito sul numero massimo di partecipanti nei corsi di formazione, anche […]

21 Giu 2024 comunicazione sicurezza

SERVIZI DI PREVENZIONE IN EUROPA: IL PUNTO DI VISTA DEI PROFESSIONISTI

Un nuovo documento commissionato dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro ( EU-OSHA) si sofferma sui professionisti […]