FIRMATA L’IPOTESI DI INTESA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO ALLA TITAN DI FINALE EMILIA

25 Nov 2016 contratto, fiom, metalmeccanici, presidio, sciopero, titan,

Finale Emilia, 25 novembre 2016

E’ stata firmata ieri l’ipotesi d’intesa sul contratto integrativo alla Titan Italia di Finale Emilia.
La firma fa seguito a 7 giornate continuative di sciopero con presidio davanti ai cancelli, a causa dell’iniziale indisponibilità dell’azienda a soddisfare economicamente le richieste presentate nella piattaforma sindacale.
Nella giornata odierna si stanno svolgendo le assemblee fra i lavoratori per l’approvazione dell’ipotesi di accordo. Dopo l’esito delle assemblee, l’accordo verrà siglato definitivamente il 29 novembre in un nuovo incontro con l’azienda.
E’ stato raggiunto un premio feriale strutturale uguale per tutti i lavoratori indipendentemente dal livello d’inquadramento e dall’anzianità pari a 1.608 euro annui, oltre a ciò verrà considerato un salario variabile i cui parametri saranno definiti nell’incontro del 29 novembre.

Durante la vertenza, la Fiom/Cgil ha trattato perché l’accordo fosse compatibile con il mandato ricevuto dai lavoratori nelle assemblee del 7 novembre.
Il contratto – afferma Alessandro Cambi della Fiom/Cgil – è una vittoria di tutti lavoratori che hanno sostenuto la vertenza con le iniziative di lotta e che finalmente si sentono parte di un’unica realtà aziendale, essendosi superate le differenze tra gli stabilimenti di Valsamoggia e Finale Emilia.”
“Di fatto – prosegue Cambi – si è resa più equa la natura del premio feriale esistente nei due stabilimenti. Ora quel premio è uguale per tutti i lavoratori, mentre prima era riparametrato al 5° livello”.

La trattativa è stata sicuramente complicata, ma con il contributo di tutti i lavoratori si è raggiunto un accordo che migliora le condizioni economiche di tutti i lavoratori.

image_print

Articoli correlati

24 Giu 2024 bellco

CRISI MOZARC, AUT AUT DELLA REGIONE A MEDTRONIC E DAVITA:“STOP ALLA FINANZA, SÌ AL RILANCIO. CAMBIATE REGISTRO O SARA’ MOBILITAZIONE SENZA PRECEDENTI”

“Mancano 48 ore alla riunione del tavolo a Bologna e l’assessore regionale alle Attività produttive Vincenzo Colla ha lanciato nel […]

24 Giu 2024 colpa soggettiva datore lavoro

SULL’OBBLIGO DI VIGILANZA DEL DATORE DI LAVORO

Diversi i principi richiamati dalla Corte di Cassazione in questa sentenza e rivenienti da una consolidata giurisprudenza di legittimità in […]

24 Giu 2024 differenze di genere

COME AFFRONTARE UNA VALUTAZIONE DEI RISCHI IN OTTICA DI GENERE?

Se, come segnalato in molti nostri articoli, è lo stesso D.Lgs. 81/2008 a sottolineare la necessità di garantire l’uniformità delle […]