IL 25 APRILE PARTE LA CAMPAGNA REFERENDARIA CGIL “PER IL LAVORO CI METTO LA FIRMA”

22 Apr 2024 2024, appalti, jobs act, licenziamenti illegittimi, per il lavoro ci metto la firma, precarietà, referendum, referendum popolari 2025, salute sicurezza,

Parte il 25 Aprile anche a Modena la campagna referendariaPer il lavoro ci metto la firma” lanciata dalla Cgil nazionale per rendere il lavoro dignitoso, stabile, tutelato e sicuro.
Quattro i quesiti referendari lanciati dalla Cgil con una raccolta firme rivolta a tutti i cittadini e cittadine per abolire i licenziamenti illegittimi (Jobs Act), limitare i contratti a termine e garantire la sicurezza negli appalti.
Anche a Modena, come in tutta Italia, si inaugura dunque il 25 Aprile il primo banchetto per la raccolta firme. Sarà presente sotto i portici tra piazzetta delle Ova e piazza Torre, dalle ore 10 alle 13.
“Iniziare la raccolta firme sulla libertà di lavoratrici e lavoratori proprio il 25 Aprile crea una grande connessione con valori stessi della Resistenza e dei principi della Costituzione – spiega il segretario della Cgil di Modena Daniele Dieci – I 4 quesiti referendari vogliono rimettere al centro la dignità della persona perché un lavoro in cui si è sotto ricatto di licenziamento, del precariato e con la paura di infortunarsi sul lavoro, non rende la vita delle persone dignitosa e libera”.


Raccolta firme nei banchetti in provincia di Modena
(calendario in aggiornamento)


  1. Per dare a tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori il diritto alla reintegrazione nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo.
    Cosa vogliamo cancellare?
    Le norme sui licenziamenti del Jobs Act che consentono alle imprese di non reintegrare una lavoratrice o un lavoratore licenziata/o in modo illegittimo nel caso in cui sia stato assunto dopo il 2015.
  2. Per innalzare le tutele contro i licenziamenti illegittimi per le lavoratrici e i lavoratori che operano nelle imprese con meno di quindici dipendenti.
    Cosa vogliamo cancellare?
    Il tetto massimo all’indennizzo in caso di licenziamento ingiustificato nelle piccole aziende, affinché sia il giudice a determinare il giusto risarcimento senza alcun limite.
  3. Per superare la precarietà dei contratti di lavoro.
    Cosa vogliamo cancellare?
    La liberalizzazione dei contratti a termine per limitare l’utilizzo a causali specifiche e temporanee.
  4. Per rendere il lavoro più sicuro nel sistema degli appalti.
    Cosa vogliamo cancellare?
    La norma che esclude la responsabilità solidale delle aziende committenti nell’appalto e nel subappalto, in caso di infortunio e malattia professionale della lavoratrice o del lavoratore.

E’ possibile firmare online sulla piattaforma Cgil. Per firmare è possibile rivolgersi anche al delegato/a Cgil in azienda, alla Camera del Lavoro più vicina (Modena, Carpi, Castelfranco Emilia, Mirandola, Pavullo, Sassuolo, Vignola) oppure nei banchetti organizzati di volta in volta (calendario sulla pagina Raccolta firme in provincia di Modena).

Modena, 22/4/2024

image_print

Articoli correlati

28 Mag 2024 appalti

PER IL LAVORO CI METTO LA FIRMA (REFERENDUM POPOLARI 2025): RACCOLTA FIRME IN PROVINCIA DI MODENA

Il lavoro deve essere tutelato perché è un diritto costituzionale. Deve essere sicuro perché di lavoro si deve vivere e non morire. Deve essere dignitoso e […]

13 Mag 2024 cgil modena

“PER IL LAVORO CI METTO LA FIRMA”. ENTRA NEL VIVO LA RACCOLTA FIRME A SOSTEGNO DEI REFERENDUM PER IL LAVORO

E’ in pieno svolgimento la campagna per la raccolta firme a sostegno dei quattro referendum per rendere il lavoro dignitoso, […]

25 Apr 2024 referendum popolari 2025

PER IL LAVORO CI METTO LA FIRMA: RACCOLTA FIRME IN PROVINCIA DI MODENA (MESE DI LUGLIO 2024)

Ti chiediamo di firmare per poter poi cancellare attraverso il referendum alcune delle leggi sbagliate che sono state approvate in […]